Tempo di lettura: 4 minuti
0
(0)

Best Places to work: la tua azienda lo è?

Sei felice al lavoro?

Questa domanda Great Places to Work la fa ai lavoratori di moltissime aziende annualmente, e le risposte sono come sempre interessanti.

Se provassi a chiederti:

Secondo te, su 10 persone, quante sono felici sul loro posto di lavoro?

Cosa risponderesti?

Se ti sei mantenuto basso (2-3) probabilmente non appartieni alla categoria delle persone più felici sul lavoro, eppure non hai sbagliato di molto: 4 persone su 10 sono felici sul lavoro.

Il che significa che 6 persone su 10 sono infelici: su tre milioni circca di lavoratori mondiali 1,8 milioni di persone ogni mattina si sveglia sapendo di spendere metà della loro giornata attiva in un posto in cui non sono felici.

Non una bella prospettiva, vero? E’ da qui che nasce, nel 1998, la missione di Great Place to Work:

“To help every place become a great place to work for all”

(Aiutare ogni Compagnia a diventare un grande posto in cui lavorare per tutti)

Mission di Great Place to Work
best places to work

Cosa è Great Places To Work

Great Place to Work® è una società globale, presente in 62 paesi, di analisi e consulenza sulle persone che aiuta le aziende, piccole o grandi che siano, a produrre risultati migliori concentrandosi sull’esperienza lavorativa di ogni dipendente. Great Place to Work® certifica i luoghi di lavoro eccezionali, traducendoli nella classifica annuale di Fortune delle 100 migliori aziende per cui lavorare, ovvero i “Best places to work”.

Queste classifiche, che nascono a livello prima globale e poi nazinale, si sono evolute nel tempo e includono anche i 100 migliori luoghi di lavoro per le donne, l’elenco dei migliori luoghi di lavoro per la diversità e dozzine di altre prestigiose classifiche sul posto di lavoro in tutto il mondo.

In quest’ottica il CEO Michael C. Bush spiega in questo efficace ed esaustivo TED Talk quali siano le caratteristiche riscontrate nelle migliori aziende in cui lavorare, ossia quelle in cui i lavoratori sono più felici.

Il TED è in lingua inglese come di consueto, ma si possono facilemnte attivare i sottotitoli in italiano cliccando in basso a destra.

Come riconoscere un’azienda felice

Analizzando i risultati dei sondaggi Great Places to Work ha identificato le caratteristiche comuni alle aziende che hanno elevati tassi di persone felici di lavorare al loro interno:

  • I tassi di crescita dei ricavi sono triplicati ripetto ai competitor con lavoratori non felici
  • Se quotate, hano rendimenti triplicati rispetto al loro mercato di riferimento
  • Hanno livelli di turnover dimezzati rispetto alla concorrenza

A cosa è legata questa felicità?

Sicuramente NON:

  • al denaro guadagnato
  • a benefit non primari come tavoli da ping pong, sale massaggi o pet therapy

Invece ciò a cui è legata la felicità dei lavoratori è

  • come vengono trattati dai loro leader
  • come vengono trattati dai loro colleghi

Per tradurlo in azioni pratiche Michael Bush enfatizza quattro ambiti su ccui lavorare:

1) Fiducia e rispetto

“Noi abbiamo fiducia nei nostri impiegati e ci occupiamo del loro empowerment“. E poi servono 15 approvazioni per avere un pc.

Sebbene glielo diciate, probabilmente il vostro impiegato non si sentirà molto lusingato nel vedere che per avere un PC servono giorni interi e soprattutto l’approvazione = il tempo = il costo di 15 persone e, dopo averlo ottenuto, dover ottemperare alla infinita lista di vincoli su cosa “non fare” con quell’assett.

Un esempio positivo è quell della catena Four Season della Hilton (non a caso una delle aziende ai primi posti della Best Places To Work americana). La policy che viene chiesto di rispettare ai camerieri su come interfacciarsi i clienti sai qual è?

“Fai ciò che ritieni più appropriato e giusto per la felicità del cliente”. Non male, vero?

2) Correttezza

Se i respnsabili o i dirigenti hanno comportamenti preferenziali per alcune categorie, dipartimenti o ruoli aziendali, di certo non verrà percepito positivamente dal resto dell’azienda che si sentirà discriminato o “di serie B”.

Riconoscere errori è difficile per le persone, figurarsi per le aziende che sono agglomerati di persone. Eppure con l’impegno si può fare.

Esempio che ho personalmente apprezzato immensamente è quello di Salesforce: da un’indagine si sono accorti che, a parità di impiego, le donne venivano pagate meno degli uomini e hanno subito provveduto ad ammetterlo e ad equiparare gli stipendi.

3) Ascoltare

Sentire ciò che il collega ci dice con sguardo attento e compassionevole, non è ascoltare. Essere umili e cercare una soluzione al suo problema è ascoltare.

Prestare attenzione a quello che il lavoratore ci sta dicendo e prenderlo realmente in considerazione, anche attuarlo se si tratta di una buona idea, questo è ascoltare.

Cambiare la nostra idea se la sua si dimostra migliore, questo è ascoltare.

4) La ragione del cambiamento

Ciò che muove davvero il cambiamento in ogni ambito non è il miglioramento, ma raggiungere uno scopo in cui noi crediamo davvero. Sono i nostri valori che smuovono le montagne, non la ragione comune o il desiderio di “essere delle brave persone”. Ne avevamo parlato anche nell’articolo “Smettere di essere delle brave persone per diventare delle persone migliori

Ciò che spinge i lavoratori ad essere felici nel lavoro che fanno è il purpose, lo scopo: non la vision dell’azienda o del nostro team, ma la capacità dei leader di privilegiare i nostri valori e permetterci di costruire un lavoro che ci permetta di perseguirli o esaltarli.

Se questo non è possibile beh, come dice Bush, probabilmente dovremmo trovare un altro luogo in cui lavorare!

La classifica dei Best Places To Work

Diamo ora uno sguardo alle top ten delle migliori aziende in cui lavorare:

Best places to work Italia

Questa è la classifica delle 10 migliori aziende con più di 500 dipendenti: a questo link trovi quelle riguardanti aziende con numero inferiore di lavoratori.

  1. Micron Semiconductor Italia
  2. American Express
  3. AbbVie Italia
  4. ConTe.it
  5. Teleperformance
  6. MSD
  7. Bristol-Myers Squibb
  8. Hilton
  9. Esprinet Italia
  10. Kiabi

Beat Places to Work for Women

  1. Sebach
  2. Biogen Italia
  3. American Express Italia
  4. Stryker Italia
  5. Zeta Service
  6. Hilton
  7. Sorgenia
  8. Amgen
  9. SC Johnson
  10. Selectra

Best Places to Work US

  1. Cisco Systems.
  2. Hilton.
  3. Wegmans Food Markets.
  4. Salesforce.
  5. Nvidia.
  6. 6Accenture.
  7. Rocket Companies.
  8. American Express.

E tu? Hai la fortuna di lavorare in una di queste?

Quanto ti è piaciuto il post?

Marta Cavaliere

Ingegnere fuori e inseguitrice di farfalle dentro, appassionata di crescita personale, fotografia e viaggi. Credo nell'importanza di conoscere la finanza personale per diventare responsabili del nostro futuro, e nel miglioramento continuo sia personale che professionale. Instancabile procrastinatrice, mi occupo delle sezioni Crescita e Risparmio del blog guidaglinvestimenti.it

Lascia un commento