Tempo di lettura: 8 minuti
0
(0)

Cosa vedere a Parigi di insolito e noto con diversi giorni a disposizione

Per fare un battuta, “c’è chi ama Parigi e chi mente”. Parigi è indiscutibilmente una delle più belle città europee con la sua architettura elegante, il verde, gli edifici celebri e imponenti e i muvei tra i più noti al mondo. Ci sono così tante cose che è difficile scegliere cosa vedere a Parigi in 3 giorni, o se ne abbiamo a disposizione 5, o magari uno solo.

Ecco allora la nostra personale selezione di luoghi imperdibili di questa città a seconda di quanti giorni si hanno a disposizione!

Cosa vedere a Parigi in 1 giorno

Notre Dame – Giardini Tuileries – Arco di trionfo – Tour Eiffel

Cosa vedere a Parigi in 1 giorno
Cosa vedere a Parigi in un girono

Hai un volo con scalo a Parigi, o una giornata di trasferta libera da impegni? Ecco l’essenziale da fare a Parigi in un giorno se la si visita per la prima volta, ma non solo. Nonostante li conosca bene, quando per lavoro mi trovo a Parigi passo volentieri qualche ora a passeggiare in questi “soliti posti” perchè trovo che abbiano un fascino inscalfibile. Vediamo quali!

  • Notre Dame e l’Ile de la Citè: l’isola cittadida da dove Notre Dame sovrasta la città. Purtoppo la cattedrale è chiusa per restauro dopo il poderoso incendio di qualche anno fa, ma una passeggiata sull’isolotto e tra i vicoli del vicino quartiere latino specialmente al tramonto, meritano. Di giorno approffittane per fare una visita alla celebre e bellissima libreria Shakespeare’s and Co.
  • Centre Pompidou: un centro cultirale, il Centre Pompidou, esaltazione parigina dell’arte moderna e contemporanea europea. Da Matisse a Mirò, passando per De Chirico, Magritte, Wharol e tanti altri.
  • Giardini Tuileries: dal lungosenna dell’Ile de la citè prosegui verso ovest passando ddavanti al Louvre. Se vuoi destinare almeno due-tre ore della giornata al Museo inutile dirlo: ne vale la pena. Se invece preferisci osservare le bellezze all’esterno e passeggiare, fai una tappa nei Giardini Tuileries del Louvre per bere una granita. Troverai, come in molti altri parchi di parigi, le caratteristiche sedie e sdraio in ferro color salvia in cui rilassarti e goderti il sole o un po’ di ombra!
  • Arco di Trionfo e Champs Elisee: proseguendo verso ovest a piedi o con la metro per abbreviare i tempi, scendi alla fermata George V. Uscirai nel bel mezzo degli Champs Elisee con vista Arco di Trionfo! L’arco di Trionfo è visitabile: puoi salire in cima e ammirare gli Champs Elisee in tutta la loro lunghezza. Non la miglior vista dall’alto di Parigi, ma non male!
  • Tour Eiffel: non si può andare a Parigi e non visitare la Tour Eiffel! E anche se la giornata per Parigi e stata lunga, nessuna paura: la torre è visitabile fino a tarda sera. Previa prenotazione, ovviamente. La foto migliore? Fatta dai giardini Trocadero: la trovi in basso!

Cosa vedere a Parigi in 2 giorni

Louvre – Musee d’orsay – Invalides – Montmartre

Cosa vedere a Parigi in 2 giorni
Cosa vedere a Parigi in due giorni

E se invece di un solo giorno ne avessimo due? Cosa vedere a Parigi in 2 giorni? Ecco delle altre mete di livello da aggiungere quelle già indicate.

  • Louvre: il Museo per eccellenza non ha bisogno di presentazioni. Unici due suggerimenti: prenotate in anticipo la visita sul sito e andate con un piano! Per non perdere ore a cercare cosa vedere. Il Louvre ha 3 ali: Sully, Denon e Richelieu. Ognuna ha qualcosa di particolare: dall’ala Denon con la Gioconda e il rinascimento (la mia preferita), alla Richelieu con il codice di hammurabi, tutte meritno una visita. In questo sito trovi un’interessante elenco delle opere e del loro posizionamento all’interno del Louvre. Se ti piacciono i musei un altro grande classico da non perdere è il Musee d’Orsay: per il mio gusto, dal punto di vista dell’organicità dell’allestimento in alcuni tratti è superiore al Louvre!
  • Invalide: questa area monumentale sempre nei paraggi del Louvre fu voluta per accogliere gli invalidi e i soldati che avevano avuto ferite gravi dalla gierra o che non erano in grado di fornirsi un sostentamento. In questo complesso, aperto al pubblico, si possono ammirare le strutture interne e, a pagamento, la tomba dove è sepolto Napoleone.
  • Montmartre e Sacro Cuore: dal centro è una bella passeggiata ddi più di 30 minuti, ma anche in questo caso la metro di Parigi ci viene in soccorso. La basilica del Sacro Cuore controlla tutta la città dalla cima di Montmartre: fare una passeggiatina nella famosa piazzetta degli artisti – ormai diventata un’attrazione puramente turistica – è comunque una bella esperienza per rendersi conto di quanto l’aria sognante e artistica di Parigi la faccia ancora, dopo due secoli, da padrona.

Cosa vedere a Parigi in 3 giorni

Montparnasse – Fondazione Cartier – Giardini di Lussemburgo – Pantheon

Cosa fare a Parigi in 3 giorni
Cosa fare a Parigi in 3 giorni

Con tre giorni a disposizione aggiungiamo al nostro tour la parte al sud della Senna: dal quartiere latino a Montparnasse ecco cosa vedere a Parigi in 3 giorni.

  • Montparnasse: è uno dei quartieri “in” di Parigi, molto elegante e dalle strade ampie e areate. Nasce come quariere di un celebre cimitero, e si possono visitare su prenotazione anche le catacombre in cui si vedono centinaia di teschi. Scendi alla fermata Edgar Quinet, da cui svetta sul quartiere la torre di Montparnasse: da qui si gode forse la più bella vista di Parigi e Tour Eiffel. Sotto la torre approfittane per mangiare un tipico piatto francese: le crepes! Ci sono due stradine dedicate alle creperie, Rue du Montparnasse e Rue d’Odessa, molto vivaci e…saporite!
  • Fondazione Cartier: è un piccolo gioiellino di design nel cuore di Monttparnasse, poco conosciuto ma che merita uno stop. La fondazione Cartier una struttura di vetro al cui interno c’è un giardino boschivo, all’interno del quale c’è la fondazione vera e propria che accoglie mostre temporanee. Dopo aver guardato al mostra si può uscire in questo giardino riparato e godersi un drink nell’anfiteatro retrostante. Una piccola chicca di arte, design, botanica e relax!
  • Giardini di Lussemburgo: risalendo verso il quartiere latino si incontra uno dei miei posti preferiti, i giardini di Lussemburgo. Si tratta di un parco molto bello e rilassante, pieno zeppo di sedie e sdraio in cui puoi scegliere tra aree più soleggiate o boschive, con le fontane o al riparo da occhi indiscreti. Un libro, una bibita e potrei passare lì delle ore!
  • Pantheon: usciti dai giardini, mentre ci dirigiamo verso il centro possiamo fare una tappa al Pantheon, monumento neoclassico che ospita i resti di molte personalità illustri. Da Voltaire a Russeau, Da Marat a Emile Zola passando anche per i coniugi Curie. Uscendo, passa sul viale della Sorbona per raggiungere il centro.

Cosa Vedere a Parigi in 4 giorni

Marais – Museo di Picasso – Orangerie – Fondazione Louis Vuitton

Cosa fare a Parigi in 4 giorni
Cosa fare a Parigi in 4 giorni

Con 4 giorni a Parigi si iniziano a poter vedere molte cose anche meno note: ecco un elenco di generi diversi da cui prendere quelle che più ti aggradano.

  • Marais e Place des Vosges: cosa vedere a Parigi in 4 giorni? Sicuramente la zona del Marais per passeggiare è un vero piacere: piena di stradine, negozi e ristoranti, è uno dei cuori pulsanti di Parigi. Da visitare qui ci sono Places des Vosges, piazza che è un piccolo gioiellino, nonchè continuando verso est piazza della Bastiglia (dove assaggiare una buona zuppa di cipolle al Bistot des Vosges)
  • Museo di Picasso: situato all’interno dell’Hotel Salè, questo museo contiene più di 5000 opere di Picasso e ha una storia singolare perchè venne realizzato prima della dipartita dell’artista e grazie ad un legge, fatta appositamente, che consentiva agli eredi di estinguere le tasse di successione con opere d’arte. In questo modo venne preservata nel territorio francese l’eredità del pittore. Nel tempo anche altre opere vennero aggiunte, fino a renderlo il museo più celebre dedicato a questo pittore.
  • Orangerie: l’orangerie è la culla delle ninfee di Monet. l’Orangerie è uno spazio bellissimo, nei pressi dell’Invalide, in cui poter contemplare i lugnhi dipinti (più di 4 metroi!) del famoso pitttore francese appositamente situati in delle sale ovali.
  • Cimitero Pere Lachaise: questo cimitero include le tombe di molti francesi illustri ed è la meta di molti appassionati musicali perchè accoglie anche la tomba di Jim Morrison.
  • Fondazione Louis Vuitton: questo complesso di design si trova leggermente al di fuori della “cintura” centrale di Parigi, ma è facilmente raggiungibile con la meto o continuando la nostra camminata dall’arco di trionfo. Ospita mostre temporaneee ed è immerso nel verde dell’immensa area del Bois de Boulogne.

Cosa vedere a Parigi in 5 giorni

Cosa vedere a Parigi in 5 giorni? Beh con questi tempi possiamo iniziare a sfiziarci e andare anche fuori da Parigi. Le due mete principe che sicuramente meritano una visita sono:

  • La reggia di Versailles
  • Disneyland Paris

In alternativa, restando in città, ci sono tre attività più “ricrerative” da fare:

  • Fare un giro a Les Halles
  • Fare una gita in battello sui Bateau Mouche

E cosa fare a Parigi in una settimana?

Sebbene ci siano molte cose da vedere e posti da scoprire, avendo una settimana a disposizione un’idea niente male con cui passare 2/3 giorni è affittare un’auto e girare nella zona dello Champagne che dista circa un’ora da Parigi: un viaggio enogastronomico di primo livello!

5 cose insolite da fare a Parigi

  • Dormire nell’hotel di Banksy, il The walled off hotel in cui c’è anche una mostra permanente dell’artista!
  • Assaggiare una zuppa di cipolle al bistrot des vosges
  • Cercare la tomba di Jim Morrison nel cimitero Pere Lacheise
  • Fare una ottima cena a base di anatra alla Grange au canard
  • Cenare in un ristorante consigliato o Stellato Michelin: Parigi è in assoluto la città che ne ha di più al mondo!

Buon viaggio a Parigi! E se sei in cerca di ispirazione, dai uno sguardo ai nostri altri viaggi:

weekend a copenaghen
viaggio in california e parchi del far west

Quanto ti è piaciuto il post?

  • Categoria dell'articolo:Viaggi

Marta Cavaliere

Ingegnere fuori e inseguitrice di farfalle dentro, appassionata di crescita personale, fotografia e viaggi. Credo nell'importanza di conoscere la finanza personale per diventare responsabili del nostro futuro, e nel miglioramento continuo sia personale che professionale. Instancabile procrastinatrice, mi occupo delle sezioni Crescita e Risparmio del blog guidaglinvestimenti.it

Lascia un commento