Tempo di lettura: 4 minuti
0
(0)

Come replicare il Couch Potato Portfolio

Il Couch Potato Portfolio è uno dei Lazy Portfolio più semplici che ci siano: prevede solo 2 strumenti finanziari divisi al 50%

PesoETF Asset
50.00 %Vanguard Total Stock MarketEquity, U.S., Large Cap
50.00 %iShares TIPS BondBond, U.S., All-Term

E’ stato ideato nel 1991da Scott Burns. L’ idea alla base era proprio quella di creare un portafoglio estremamente semplice che richiedesse poca “manutenzione” e fosse adatto per un investitore che avesse intenzione di mantenere fermi i propri soldi per un lungo periodo di tempo.

Considerando un PIC (un investimento una tantum, investiamo tutto il nostro capitale in una sola soluzione per intederci) questo portafoglio richiede un impegno pari a 10 minuti all’anno: il tempo di effettuare un ribilanciamento per riportare l’esposizione al 50% di azioni e 50% di obbligazioni.

Non occorre neanche troppo impegno per calcolare le percentuale del nostro asset. L’unico calcolo che occorre fare è una divisione per 2. Insomma stiamo parlando di una strategia molto semplice davvero adatta a tutti.

Quali sono stati i rendimenti del Couch Potato Portfolio?

Molti penseranno: un portafoglio così semplice non potrà mai garantirmi rendimenti così alte.

Se fosse così semplice lo farebbero tutti, no?

Spesso accade, però, che le complicazioni non fanno altro che peggiorare le cose. noi pensiamo che aggiungere, aggiungere e aggiungere non faccia che migliorare le cose ma come dicono gli anglosassoni: less is more.

Il Couch Potato Portfolio ha infatti reso il 7.5% annualizzato dal 2001 a metà del 2021. In 20 anni 1000 euro investiti in questo portafoglio sarebbero diventati magicamente circa 4400 euro. Mettiamola così: per ogni euro investito abbiamo ottenuto 4.4 euro. Non male per un portafoglio così semplice direi.

Rendimento Couch Potato Portfolio
Rendimento Couch Potato Portfolio

Ma andiamo avanti.

Il massimo drawdown registrato da un investitore del Couch Potato Portfolio è stato del 27% circa in concomitanza della crisi finanziaria del 2008.

Drawdown Scott Burns Portfolio
Drawdown Couch Potato Portfolio

Un risparmiatore che avesse investito il proprio capitale suddividendolo nei 2 asset così come suggerito da Scott Burns dal 2001 a metà del 2021 avrebbe sempre visto un rendimento positivo per un orizzonte temporale di almeno 5 anni.

MediaMassimoMinimo
1 anno7.732.1-25.3
2 anni7.523.5-11.2
3 anni7.418.7-5.4
5 anni7.215.1-0.9
7 anni 711.22.2
10 anni7.310.45.2
15 anni7.18.25.8

Inoltre solo il 15% delle volte avrebbe visto un segno meno dopo solo 1 anno di investimento.

Nel caso di orizzonte temporale di 5 anni questa percentuale si sarebbe abbassatta allo 0.5%.

Periodi negativi [%]
1 anno14.8
2 anni10.7
3 anni4.7
5 anni0.5
7 anni 0
10 anni0
15 anni0

Insomma, stiamo parlando di un portafoglio estremamente semplice, dai costi ridottissimi e che permette di ottenere performance di tutto rispetto.

Meglio dei rendimenti pari allo zero virgola di alcuni emittenti dei giorni d’oggi. Spesso non lo vogliamo capire: sono finiti i tempi dei buoni postali che rendevano oltre il 10%.

Come replicare il Couch Potato Portfolio?

Ok, ma come posso replicare questo tipo di investimento?

In realtà è molto semplice. Una possibilità potrebbe essere quella di utilizzare 2 ETF

PesoETF TER
50.00 %iShares Core MSCI World UCITS ETF USD (Acc), ISIN IE00B4L5Y9830.2%
50.00 %iShares Core Global Aggregate Bond UCITS ETF EUR Hedged, ISIN IE00BDBRDM350.1%

Come sempre ricordo che questa è solo un’interpretazione personale non un consiglio finanziario. MSCI World, ad esempio, non è un indice molto diversificato: circa il 50/60% dell’esposizione di questo indice è rivolto ad aziende USA.

Chi avesse intenzione di avere una maggiore diversificazione geografica dovrebbe optare per un altro ETF.

Fatte queste premesse proviamo a vedere quale sarebbe stato il rendimento di un portafoglio del genere negli ultimi anni.

Rendimento Replica Couch Potato Portfolio
Rendimento Replica Couch Potato Portfolio

Purtroppo i dati disponibili partono dal 2014. Ad ogni modo in questo arco temporale abbiamo avuto:

  • Rendimento medio annualizzato dell’8% circa rispetto al 13.4% di MSCI World
  • Volatilità del 7.3% circa, rispetto al 14% circa di MSCI World e al 2.7% dell’obbligazionario
  • 71% dei mesi analizzati con segno positivo (5 anni su 6)
  • Massimo crollo registrato del 10.6% durante la pandemia
PortfolioAmount investedNet asset valueCompound annual growth rateStandard deviationSharpe ratio
Bond€10000€115972.09%2.72%0.86
MSCI World€10000€2456913.36%13.67%1.00
Couch Potato Portfolio€10000€174688.09%7.25%1.14

Tutto sommato nulla di male potremmo dire.

La cosa ancora più interessante è che il rendimento del Couch Potato Portfolio è abbastanza stabile al variare del tipo di ribilanciamento.

RibilanciamentoCompound annual growth rate
Nessun Ribilanciamento8.62%
Triennale8.13%
Annuale8.09%
Biennale8.01%
Quadrimestrale7.96%
Semestrale7.93%
Mensile7.85%

In conclusione

Il Couch Potato Portfolio non è adatto alle persone irrequiete. Non è adatto, cioè per le persone che vogliono fare operazioni pensando così di poter aumentare i propri profitti.

Si tratta forse del Lazy Portfolio più semplice e facile da gestire con solo 2 asset divisi al 50%. Le uniche conoscenze matematiche che dobbiamo avere sono le divisioni per 2.

Nella sua semplicità questo il Couch Potato Portfolio ha comunque reso il 7.5% annualizzato dal 2001 a metà del 2021. Non ha penalizzato molto le performance.

Certo non stiamo ai livelli di un azionario puro ma in questo modo abbiamo avuto la possibilità di ridurre la volatilità.

Dai un’occhiata a questi altri lazy portfolio!

bigodini per permanent portfolio guidaglinvestimenti.it
4 foglie 4 stagioni guidaglinvestimenti.it

Quanto ti è piaciuto il post?

  • Categoria dell'articolo:Lazy Portfolio

Francesco Barba

Ingegnere e sommelier, fiero sorrentino appassionato di finanza personale e ottime bottiglie. Scrivo di finanza personale e risparmio sul blog di cui sono co-founder guidaglinvestimenti.it

Lascia un commento