Tempo di lettura: 5 minuti
0
(0)

Cos’è l’effetto Cantillon?

L’effetto Cantillon deve il suo nome a un banchiere e filosofo francese, Richard Cantillon, che nel diciottesimo secolo avanzò la teoria secondo cui il valore dei soldi cambia durante il flusso di distribuzione: chi riceve prima i soldi ha un maggior potere di acquisto rispetto agli altri.

Usando le parole di Cantillon.

Immaginiamo che in uno stato venga scoperta una nuova miniera di oro.

Quelli che ne beneficeranno subito saranno i proprietari della miniera, le fonderie e tutti coloro che sono direttamente legati alla miniera. Questi otterranno nuove entrate che andranno ad aumentare le loro spese in proporzione ai loro profitti.

Le loro famiglie, quindi, consumeranno più carne, vino di prima, si abitueranno ad abiti migliori e a maggiori comfort. Questo darà lavoro a parecchi artigiani che godranno, di riflesso, di maggior benessere andando a loro volta ad aumentare le loro spese e il loro tenore di vita.

Succederà così che i prezzi inizieranno ad aumentare e le persone che direttamente o indirettamente non sono riusciti a partecipare al banchetto saranno costretti a lasciare lo stato.

Cosa è successo quindi:

  • I primi che hanno avuto la nuova entrata economica hanno usufruito subito del beneficio non incappando in nessun processo inflazionistico.
  • Con il passare del tempo il denaro si è distribuito a tutta la popolazione ma al tempo stesso i prezzi continuavano ad aumentare
  • Gli ultimi avranno ricevuto la loro parte quando già i prezzi erano alti
  • Chi non ha ricevuto nulla è stato costretto ad andarsene

Le conseguenze dell’effetto Cantillon

La continua estrazione di oro dalla miniera farà aumentare sempre più i prezzi.

Una volta finito il contratto di affitto i proprietari immobiliari esigeranno contratti di locazione maggiori. La servitù avrà paghe aumentate così come gli artigiani e gli operai aumenteranno i prezzi dei loro prodotti. I costi aumenteranno a tal punto che converrà acquistare la merce dall’estero in posti dove saranno molto più economici.

Avremo quindi sempre più persone che importeranno prodotti dall’estero tagliando fuori gli artigiani e i produttori locali. Questi ultimi vedranno quindi:

  • Da una parte un costo della vita sempre maggiore
  • Dall’altra degli introioti sempre minori

Dovranno quindi anche loro abbandondare lo stato.

Abbiamo quindi ora ottenuto:

  1. Costo della vita più alto e maggior salario del lavoro
  2. Ridotto la forza degli artigiani e della manifattura locale
  3. Ridotto la popolazione
  4. I pochi rimasti saranno sempre più dipendenti dalle importazioni estere

Il denaro proveniente dalla miniera finirà per andare direttamente all’estero per la sussistenza dello stato stesso. Quando la miniera si esaurirà si verrà a creare una profonda crisi.

Effetto Cantillon ai giorni nostri

Come possiamo tradurre l’effetto Cantillon oggi?

Quello che nell’ottocento era una miniera può essere assimilato ora alla banche centrali che immettono liquidità nel sistema.

Immissione liquidità USA
Immissione liquidità USA – Fonte Peter Sainsbury

Qualora non venisse garantito una distribuzione del denaro verso la popolazione quello che succede è che quest’enorme quantità di denaro finisce nelle mani di pochi andando a creare quelle disuguaglianze di cui parlava Cantillon.

L’immissione di moneta genera variazione dei prezzi. L’iniezione di liquidità ha un percorso e flusso specifico attraverso l’economia tale per cui il primo destinatario si trova in una posizione di vantaggio: quella di spendere moneta extra prima che i prezzi aumentino. L’ultimo della fila riceverà la sua parte di moneta solo dopo che i prezzi sono già aumentati.

Come nell’articolo di Promarket:

“Dal 1981, gli unici canali che funzionano per spostare l’iniezione di liquidità sono da la Federal Reserve a Wall Street, così come il sostegno ai mutui. L’edilizia abitativa è stata un fattore chiave sia nelle recessioni che nella ripresa per molte ragioni, ma anche per una semplice. È uno dei pochi modi per mettere soldi nelle mani di persone normali in America su larga scala.

La Federal Reserve di solito ha visto il suo ruolo come quello di stampare denaro e distribuirlo all’economia, in gran parte spostando denaro alle grandi banche e presumendo che, a loro volta, aumenteranno la quantità di denaro disponibile per tutti gli altri allo stesso modo. La crisi del 2008 ha scosso questa visione di un movimento monetario neutrale e senza attriti, perché è diventato ovvio che le istituzioni contano.”

L’Effetto Cantillon Post Covid

Dopo la pandemia e i continui lockdown per cercare di limitare i danni le banche centrali si sono mosse con forti immissioni di liquidità.

Una delle conseguenza sul mercato USA è il rimbalzo dei principali indici borsistici fino a raggiungere nuovi livelli record.

Ma cosa è successo all’economia reale del paese?

Per rispondere a questa domanda ci viene in aiuto lo studio di Ray Chetty.

Partiamo dal livello occupazionale negli USA. I vari stimoli sembrano aver permesso un parziale recupero dino a livelli pari al -6.5% rispetto al pre-covid.

Tasso di occupazione totale USA
Tasso di occupazione totale USA

Andando però ad analizzare i dati più nel dettaglio possiamo notare come ci sia una netta differenza tra persone che guadagnano di più (high wage) e persone che guadagnano meno (low wage). Nello specifico i dati passano da un +2.4% a un -23.6% di occupazione rispetto ai dati pre covid.

Tasso di occupazione per livello di stipendio USA
Tasso di occupazione per livello di stipendio USA

Andiamo a vedere ora la spesa. La spesa totale USA è arrivata a livelli maggiori rispetto a quelli del Q1 2020: a Maggio si è registrato un +13.8%.

Crescita di spesa totale USA - Effetto Cantillon
Crescita di spesa totale USA

Come fatto in precedenza, andiamo ora ad andare nel dettaglio e vedere come questo dato si distribuisce tra chi guadagna meno e chi guadagna più.

Le persone con minor reddito hanno avuto un aumento di spesa del 18.4%. Quelli con maggior reddito hanno visto tale aumento fermarsi al +11.2%.

Crescita di spesa per livello di stipendio USA - Effetto Cantillon
Crescita di spesa per livello di stipendio USA

Tutto questo per dire che lo stimolo dato dalla FED, in questo caso, ha si permesso di avere un recupero parziale o totale ma questo recupero ha avvantaggiato le persone più abbienti. I più poveri hanno visto aumentare il loro gap rispetto ai più ricchi. Molto simile, insomma, all’effetto Cantillon descritto.

In conclusione

Secondo l’effetto Cantillon il valore dei soldi non è neutrale ma cambia lungo il flusso di distribuzione: chi riceve prima i soldi ha un maggior potere di acquisto rispetto agli altri.

Questo fenomeno ha varie conseguenze, tra cui:

  1. Costo della vita più alto e maggior salario del lavoro
  2. Forza degli artigiani e della manifattura locale ridotta
  3. Popolazione ridotta
  4. Forte dipendenza dalle importazioni estere

Tutto ciò sembra essere confermato ai giorni d’oggi dove le miniere di una volta sono state sostituite dalle banche centrali e dalla loro immissione di liquidità nel sistema.

I dati mostrano che nell’era post COVID la forte immissione di liquidità ha mostrato dei benefici in ambito finanziario e economico. Ma andando ad analizzare i dati nel dettaglio si può notare come questi vantaggi sono a beneficio di pochi: la fascia della popolazione con reddito maggiore. Il gap tra poveri e ricchi sembra aumentare sempre di più.

Potrebbe interessarti anche questo articolo sulla teoria del caos:

teoria del caos butterfly guidaglinvestimenti

Quanto ti è piaciuto il post?

Francesco Barba

Ingegnere e sommelier, fiero sorrentino appassionato di finanza personale e ottime bottiglie. Scrivo di finanza personale e risparmio sul blog di cui sono co-founder guidaglinvestimenti.it

Lascia un commento