Tempo di lettura: 4 minuti
1
(1)

Quali sono i principali ETF Aggregate Bond?

Un ETF che ha come sottostante degli aggregate bond permette di investire in una vasta gamma di obbligazioni: dai buoni del tesoro alle obbligazioni societarie.

Stiamo quindi parlando di un ETF obbligazionario molto diversificato rispetto, ad esempio, a un ETF obbligazionario che ha come sottostante i buoni del tesoro americano.

Bene, abbiamo quindi capito che investire in un aggregate bond significa investire in una varietà di titoli obbligazionari.

Proviamo ad andare avanti nella caratterizzazione di questo tipo di strumento.

Gli indici principali di riferimento sono 2:

  • Bloomberg Barclays Global Aggregate Bond, esposizione globale
  • Bloomberg Barclays Euro Aggregate Bond, esposizione area euro

Come possiamo immaginare sono indici molto simili con al’interno obbligazioni di rating Investiment Grade e scadenza minima di 1 anno.

Altra cosa da sottolineare è che i principali ETF possono poi offrire una copertura monetaria o no. Con la copertura monetaria ci mettiamo, in sostanza, a riparo dal rischio di cambio: non dovremmo più preoccuparci del cambio euro/dollaro, ad esempio.

Proviamo ad analizzare, quindi, i principali ETF a disposizione.

iShares Core Global Aggregate Bond Ucits ETF EUR Hedged

Partiamo dall’ iShares Core Global Aggregate Bond Ucits ETF EUR Hedged.

Questo ETF ha come sottostante l’indice Bloomberg Barclays Global Aggregate Bond. Questo indice replica le obbligazioni emesse dai mercati emergenti e sviluppati di tutto il mondo.

I principali dati per chi abbia intenzione di comprare almeno una quota di questo ETF sono:

  • ISIN IE00BDBRDM35
  • Costo di gestione 0.1% annuo
  • Replica Fisica e ad Accumulazione con copertura valutaria (Euro)

Abbiamo detto che con gli aggregate bond possiamo investire in una vasta gamma di obbligazioni. L’esposizione geografica principale rimane, ad ogni modo, legata agli USA con circa il 40%.

AreaPeso %
Stati Uniti37.37
Giappone13.62
Cina7.45
Francia5.55
Regno unito5.31
Germania4.81
Italia3.50
Canada3.47
Spagna2.43
Sovranazionale2.10

Abbiamo detto che le tipologie di obbligazioni all’interno di un Aggregate Bond sono molto varie.

La quota principale è, comunque, legata a buoni del tesoro tra cui i principali per peso sono: USA (16.28%), Giappone (13.11%), Cina (3.38%), Francia (3.21%) e Italia (3.08%).

CategoriePeso %
Buoni Del Tesoro55.43
Agency Fixed Rate10.12
Owned No Guarantee5.80
Attività bancarie4.29
Local Authority2.76
Consumer Non-Cyclical2.58
Supranational2.11
Mortgage Collateralized2.02
Comunicazioni1.51
Government Guaranteed1.48

Quanto ha reso questo ETF?

1 anno 3 anni Lancio
Rendimento Annualizzato %-0.862.71 1.76

C’è da notare che esistono altri ETF Global Aggregate Bond a disposizione.

Per chi preferisse, ad esempio, una politica di distribuzione dei dividendi può contare sul SPDR Bloomberg Barclays Global Aggregate Bond UCITS ETF:

  • ISIN IE00B43QJJ40
  • Costo di gestione 0.1%
  • Replica Fisica e a Distribuzione con copertura valutaria (Euro)

Ora, i 2 ETF Aggregati Bond che abbiamo visto fin’ora hanno copertura valutaria in Euro. Esiste un ETF rilasciato sempre dalla società State Street Global Advisors (SPDR) a distribuzione senza copertura valutaria: SPDR Bloomberg Barclays Global Aggregate Bond UCITS ETF.

Questo ETF è caratterizzato da:

  • ISIN IE00B43QJJ40
  • Costo di gestione 0.1%
  • Replica Fisica e a Distribuzione senza copertura valutaria

Ora potrebbe essere interessante capire come si sono comportati questi 2 ETF per avere un’idea di cosa significhi la copertura valutaria.

Copertura Valutaria Global Aggregate Bond
Copertura Valutaria Global Aggregate Bond

La copertura valutaria ci permette di avere meno volatilità. Eliminiamo un paramentro all’interno del calcolo del rendimeto che è proprio il cambio tra valuta locale e euro. Quindi quello che ci aspettiamo sul lungo termine è che l’ETF Global Aggregate Hedged abbia una volatilità minore. Ed è proprio quello che è successo dal 2014 in poi.

PortfolioAmount investedNet asset valueCompound annual growth rateStandard deviationSharpe ratio
SPDR Bloomberg Barclays Global Aggregate Bond EUR Hedged10000 euro11733
euro
2.20%2.73%0.91
SPDR Bloomberg Barclays Global Aggregate Bond10000 euro 11705 euro 2.17%4.53%0.55

iShares € Aggregate Bond UCITS ETF

Passiamo all’altra tipologia di Aggregate Bond, quelli legati all’area euro.

L’indice Bloomberg Barclays Euro Aggregate Bond replica i titoli obbligazionari investment grade denominati in Euro pubblicamente emessi nel mercato degli Eurobond e nei mercati domestici dell’eurozona. L’indice comprende i titoli obbligazionari investment grade a tasso fisso denominati in Euro.

Il principale ETF a disposizione in questo caso è il iShares euro Aggregate Bond UCITS ETF:

  • ISIN IE00B3DKXQ41
  • Costo di gestione 0.25%
  • Replica Fisica e a Distribuzione

L’esposizione principale in questo caso è verso la Francia (22%) con Germania (19%) e Italia (14%) che comunque rivestono una quota importante.

AreaPeso %
Francia22.03
Germania18.64
Italia14.43
Spagna10.08
Sovranazionale5.58
Paesi Bassi4.82
Belgio3.90
Stati Uniti3.87
Austria2.73
Regno unito1.80

Anche in questo caso, la quota principale è legata a buoni del tesoro con il 57%, e con una quota minore di Bond Aziendali (19% circa).

CategoriePeso %
Tesoro56.92
Aziendali19.43
Government Related17.54
Coperto5.97
Liquidità e/o derivati0.13
Securitizzato0.01

Questo ETF è a disposizione dei risparmiatori italiani da molto più tempo. Abbiamo quindi la possibilità di analizzare i rendimenti prendendo come riferimento un arco temporale maggiore.

Vediamo quindi che il iShares € Aggregate Bond UCITS ETF ha reso negli ultimi 10 anni un 3.84% annuo.

1 anno3 anni10 anniLancio
Rendimento annualizzato0.732.97 3.84 3.86

Rendimento degli Aggregate Bond

Proviamo quindi a fare un recap.

Quale ETF Aggregate Bond ha avuto un rendimento maggiore negli ultimi anni (dal 2014 a metà del 2021)?

Da un punto di vista di rendimenti negli ultimi anni l’ETF global aggregate bond che ha datto risultati migliori è quello legato all’area Euro.

Da un punto di vista di volatilità, che credo sia il paramentro principale che un investitore di obbligazioni debba considerare, il migliore è stato il global aggregate con copertura valutaria.

Miglior Aggregate Bond
Miglior Aggregate Bond

L’ETF Global Aggregate Eur Hedged è anche quello che ha avuto un miglior rapporto tra rendimento e volatilità (Indice di Sharpe).

PortfolioAmount investedNet asset valueCompound annual growth rateStandard deviationSharpe ratio
SPDR Bloomberg Barclays Global Aggregate Bond EUR Hedged10000 euro11733 euro2.20%2.73%0.91
SPDR Bloomberg Barclays Global Aggregate Bond10000 euro 11705 euro2.17%4.53%0.55
iShares Core Global Aggregate Bond EUR Hedged10000 euro 11733 euro 2.20%2.73%0.91
iShares € Aggregate Bond10000 euro 12205 euro 2.75%3.40%0.90

In conclusione

Investire in ETF aggregate bond consente di avere nel proprio portafoglio un paniere molto vasto di obbligazioni, da titoli di stato a obbligazioni socetarie.

I 2 indici principali per chi desidera comprare questo tipo di prodotto sono:

  • Bloomberg Barclays Global Aggregate Bond, esposizione globaleBloomberg
  • Barclays Euro Aggregate Bond, esposizione area euro

Esistono poi molti ETF che hanno come sottostanti tali indici. Questi si differenziano principalmente per la politica di distribuzione dei dividendi e la copertura monetaria.

Al solito, in base alle proprie esigenze un risparmiatore dovrà valutare se questo prodotto fa al caso suo e, nel caso, con quali caratteristiche principali.

obbligazioni high yeld guidaglinvestimenti.it

Quanto ti è piaciuto il post?

Francesco Barba

Ingegnere e sommelier, fiero sorrentino appassionato di finanza personale e ottime bottiglie. Scrivo di finanza personale e risparmio sul blog di cui sono co-founder guidaglinvestimenti.it

Lascia un commento