Tempo di lettura: 5 minuti
0
(0)

Come investire nella seconda potenza mondiale con ETF China

La Cina ha visto una crescita esponenziale che l’ha portata ad essere la seconda economia mondiale. Questo ha portato molti investitori ad interessarsi a strumenti finanziari correlati tra cui gli investimenti passivi come ETF China.

L’economia cinese ha avuto un rapido sviluppo, tuttavia negli ultimi anni la velocità di crescita è diminuita.

Nel 2019, infatti, la crescita della Cina si è fermata a un “+6.1%”, mentre negli anni precedenti non era strano vedere crescite a doppie cifre.

Per avere tassi di crescita così bassi dobbiamo tornare agli anni ’90.

Crescita Cina
Crescita Cina

La Cina, inoltre, risulta essere uno dei paesi maggiormente indebitati, fattore questo che potrebbe ulteriormente indirizzare verso un rallentamento dell’economia.

debito/Pil Cina
debito/Pil Cina

La stessa economia cinese ha visto una forte evoluzione. Si è passati da una forte dipendenza alle esportazioni a una crescita sempre più importante dei consumi interni.

Basti pensare che l’estrema povertà è scesa dal 50% al 10% circa.

Anche i consumi interni, però, stanno rallentando dato il crescente indebitamente delle famiglie.

Questo quadro generale si va a unire alla guerra commericiale in atto con gli Stati Uniti che di certo non aiuta le esportazioni.

Il P/E e il CAPE, infine, ci aiutano a capire se un mercato azionario cinese è più o meno sopravvalutato.

Per quanto riguarda il CAPE abbiamo la seguente situazione:

  • Cina 18
  • Stati Uniti 30
  • MSCI World 24

Per quanto il P/E, invece:

  • Cina 13
  • Stati Uniti 29
  • MSCI World 28

Classificazione Azioni Cinesi

Prima di parlare di ETF China dobbiamo fare un quadro generale sui diversi tipi di azioni presenti nel vasto mercato cinese. I vari indici si rifaranno poi a questi macrogruppi:

  • Azioni A: quotate sulla borsa di Shanghai o Shenzen in valuta locale. Questo tipo di azione era riservato solo a investitori cinesi, ora però aperto anche ad approvati investitori esteri
  • Azioni B: quotate sulla borsa di Shanghai o Shenzen in valuta estera. Non esistono particolari restrizioni per questo tipo di azione.
  • Azioni H: quotate a Hong Kong in dollaro locale (HKD). Mercato molto liquido aperto a tutti gli investitori.

Indici principali ETF China

Fatto questo breve escursus sulle azioni passiamo agli indici principali che contegono queste azioni:

  • MSCI China: aziende a media e alta capitalizzazione di tipo A, B ed H
  • MSCI A China: aziende a media e alta capitalizzazione di tipo A
  • FTSE China 50: maggiori 50 società cinesi di tipo H
  • CSI 300: maggiori 300 aziende per capitalizzazione di tipo A

Parlarle di azioni A, B ed H credo non aiuti l’investitore a condurlo ad una scelta consapevole.

Un dato utile potrebbe essere l’esposizione che i singoli indici hanno verso i diversi settori economici.

Composizione principali indici cinesi etf china
Composizione principali indici cinesi

Da questo confronto possiamo vedere che:

  • MSCI China ha come settore principale quello del consumer discretionary
  • MSCI A China è più legato ad aziende del settore finance e consumer staples
  • FTSE China 50 ha un’esposizione non molto diversa da MSCI A China con un’esposizione prevalente nel settore finanziario
  • Anche CSI 300 ha un’esposizione che ricalca grosso modo quella dei 3 indici precedenti con una maggiore concentrazione nel settore industrial

I rendimenti, allo stesso modo, non sono stati i medesimi per i vari indici.

Rendimento ETF China
Rendimento China ETF

Indice MSCI China

MSCI China ha reso negli ultimi 5 anni il 14.32% annuo.

RendimentoVolatilità
3 anni8.92%21.11%
5 anni14.32%19.45%

Il settore principale di questo indice è il consumer discretionary (circa il 37% dell’indice).

Le 5 principali aziende, tra le 714 totali che caratterizzano l’indice, sono:

  • ALIBABA GROUP HLDG ADR (Consumer Disc.) 17.07%
  • TENCENT HOLDINGS LI (Telecom Services) 14.37%
  • MEITUAN B (Consumer Disc.) 4.60 %
  • CHINA CONSTRUCTION BK (Financials) 2.60%
  • JD.COM ADR (Consumer Disc.) 2.51%

In particolare Alibaba, il gigante dell’e-commerce cinese copre la maggior parte del portafoglio.

Nonostante venga considerata la Amazon cinese, i numeri rispetto al gigante americano sono ben diversi

Rendimento Amazon vs Alibaba
Amazon vs Alibaba

L’ETF principale per questo indice è:

Xtrackers MSCI China UCITS ETF 1C, con ISIN LU0514695690 e TER 0.65%

Si tratta di un ETF a replica fisica totale i cui dividendi vengono reinvestiti direttamente nello strumento (accumulazione) e senza copertura valutaria.

Indice MSCI A China

MSCI A China ha reso negli ultimi 5 anni il 7.37% annuo.

RendimentoVolatilità
3 anni8.96%22.25%
5 anni7.37%21.9%

Circa il 40% di quest’indice ha come esposizione il settore Consumer Staples (17%) e Financial (23%). Le principali 5 aziende, tra le 473, facenti parte questo indice sono:

  • KWEICHOW MOUTAI A (Consumer Staples) 5.69%
  • WULIANGYE YIBIN A (Consumer Staples) 2.61%
  • PING AN INS A (Financials) 2.58%
  • CHINA MERCH BK A (Financials) 2.41%
  • CONTEMPORARY AMP A (Industrials) 1.50%

In questo caso, il principale ETF che può essere utilizzato per investire in questo indice è:

iShares MSCI China A UCITS ETF, con ISIN IE00BQT3WG13 e un TER 0.4%

Si tratta di un ETF a replica fisica (campionamento ottimizzato) e ad accumulazione. Anche in questo caso non è presente copertura valutaria.

Indice FTSE China 50

Il rendimento del FTSE China 50 degli ultimi 5 anni è stato del 9.7% annuo.

RendimentoVolatilità
3 anni4%22.7%
5 anni9.7%18.2%

Come per MSCI A China, anche in questo indice la maggior parte dell’esposizione è verso 2 settori: consumer staples (23%) e Financial (27%).

Questo viene riflesso anche nelle 5 principali aziende:

  • Meituan Dianping (Consumer Disc.) 8.78%
  • Tencent Holdings (Information Technology) 8.40%
  • Alibaba Group Holding (Consumer Disc.) 7.88%
  • JD.com (Consumer Disc.) 5.77%
  • Ping An Insurance (Financials) 5.43%

L’ETF che possiamo utilizzare come riferimento per questo tipo di indice è:

Xtrackers FTSE China 50 UCITS ETF 1C, con ISIN LU0292109856, TER 0.6%

Si tratta di un ETF a replica fisica totale e ad accumulazione. Anche in questo caso non è prevista la copertura valutaria.

Indice CSI 300

Il CSI 300, infine, ha reso negli ultimi 5 anni il 7% annuo.

RendimentoVolatilità
3 anni9%20.95%
5 anni7%19.42%

In questo caso i settori principali sono: Consumer Staples (22%), Financial (29%) e Information Technology (17%).

Le 5 principali aziende tra tutte le 300 aziende all’interno del CSI 300 sono:

  • Kweichow Moutai Co Ltd (Consumer Staples) 5.12%
  • Ping An Insurance (Group) Company of China Ltd (Financials) 4.80%
  • Wuliangye Yibin Co Ltd (Consumer Staples) 2.89%
  • China Merchants Bank Co Ltd (Financials) 2.77%
  • Midea Group CO., LTD (Consumer Disc.) 2.47%

Un investitore che vuole investire in questo indice potrà far riferimento a questo ETF:

Xtrackers CSI 300 Swap UCITS ETF 1C, ISIN LU0779800910, TER 0.5%

Questo è un ETF a replica Sintetica (Unfunded swap) e accumulazione senza copertura valutaria.

In conclusione

Nonostante l’economia cinese sia in una fase di rallentamento ha comunque numeri relativamente alti rispetto a quelli a cui siamo abituati in Europa o negli USA.

L’economia inoltre è in una fase di profonda evoluzione trasformandosi da economia di esportazione a sempre più economia interna. Questo potrebbe rappresentare grosse opportunità di investimento in specifici settori come i Consumer Staple e Consumer Discretionary.

Non bisogna dimenticare, però, che i prezzi delle azioni riflettono già le aspettative degli investitori verso le azioni stesse. Non esistono grossi sconti in finanza.

Il mercato cinese, inoltre, è molto vasto caratterizzato da diversi tipi di azioni e da diversi indici.

Prima di addentrarsi in un investimento simile è sempre bene capire in cosa si sta investendo per evitare spiacevoli sorprese.

Quanto ti è piaciuto il post?

Francesco Barba

Ingegnere e sommelier, fiero sorrentino appassionato di finanza personale e ottime bottiglie. Scrivo di finanza personale e risparmio sul blog di cui sono co-founder guidaglinvestimenti.it

Lascia un commento