Tempo di lettura: 4 minuti
5
(1)

Investire in un ETF Food and Beverage sostenibile

L’intento di questo articolo non è parlare di un ETF Food and Beverage qualunque, non cioè relativo a tutte le aziende del settore.

L’ETF Food and Beverage di cui voglio parlarvi è il Rize Sustainable Future of Food UCITS ETF. Stiamo parlando di una novità nel parco degli ETF europei:

è il primo ETF alimentare sostenibile d’Europa che fornisce agli investitori esposizione alle aziende che stanno innovando lungo tutta la catena del valore alimentare per costruire un sistema alimentare più sostenibile ed equo”.

La definizione di sistema alimentare sostenibile ce la dà direttamente la Rize, il fornitore dell’ETF con sede a Londra:

“Un sistema alimentare sostenibile è un tipo di sistema alimentare che fornisce cibo sano alle persone garantendo al tempo stesso un impatto sostenibile sui sistemi ambientali,
economici e sociali che circondano il cibo. I sistemi alimentari sostenibili iniziano con lo sviluppo di pratiche agricole sostenibili, lo sviluppo di sistemi di distribuzione alimentare più
sostenibili, la creazione di diete sostenibili e la riduzione degli sprechi alimentari in tutto il sistema.”

Per avere un’idea basta vedere le emissioni di gas serra legate a tutta la catena di approvvigionamento dei singoli alimenti.

Qualche numero?

Per produrre e avere sulle nostre tavole 1kg di manzo occorrono circa 60 kg di gas serra, più del doppio rispetto a 1 kg di agnello.

Emissione di gas serra di alcuni alimenti
Emissione di gas serra di alcuni alimenti

Fatta questa premessa proviamo ad analizzare nel dettaglio questo ETF Food and Beverage.

Rize Sustainable Future of Food UCITS ETF

Il Rize Sustainable Future of Food UCITS ETF ha come sottostante l’indice Foxberry Tematica Research Sustainable Future of Food che replica un paniere di titoli nell’industria dell’alimentazione tenendo in considerazione di fattori ambientali, sociali e di corporate governance:

  • ISIN IE00BLRPQH31
  • Costo di gestione 0.45% annuo
  • Replica Fisica e ad Accumulazione

In che termini questo ETF Food and Beverage va a investire in alimentazione sostenibile?

Per rispondere a questa domanda possiamo vedere i principali settori di cui è caratterizzato. Vediamo che quasi 1/3 è legato ad aziende attive nel settore dell’imballaggio sostenibile.

Un 20%, invece, è legato alle aziende che si occupano di ingredienti, aromi e profumi che siano biologici e possano supportare la transizione dalla carne al vegetale.

Infine, l’altro grande settore caratterizzante questo ETF Food and Beverage è quello degli alimenti (con un peso di quasi il 17%) a base vegetale e alimenti biologici in generale.

PaesePeso
IMBALLAGGIO SOSTENIBILE31.1%
INGREDIENTI, AROMI E PROFUMI20.3%
ALIMENTI A BASE VEGETALE E ALIMENTI BIOLOGICI16.9%
AGRICOLTURA DI PRECISIONE7.7%
TECNOLOGIA SUPPLYCHAIN 7.3%
SICUREZZA ALIMENTARE E TEST 6.2%
SCIENZE AGRARIE6.1%
TECNOLOGIA IDRICA3.6%
ACQUACOLTURA0.7%

Le aziende sono per lo più USA (circa il 50%), come la maggior parte degli ETF globali. Minor peso hanno nazioni come Svizzera, Svezia e Regno Unito: tutte queste nazioni insieme pesano per circa il 70% dell’intero ETF.

PaesePeso
STATI UNITI52.3%
SVIZZERA7.4%
SVEZIA5.6%
REGNO UNITO5.4%
TAIWAN4.7%
GIAPPONE4.0%
PAESI BASSI3.3%
FINLANDIA2.9%
GERMANIA2.5%
FRANCIA2.2%

Le principali 3 aziende per peso sono tutte legate al settore dell’imballaggio sostenibile:

  • SIG Combibloc Group AG che si occupa dei sistemi di confezionamento in cartone asettico e soluzioni per bevande e prodotti alimentari liquidi. Nell’ultimo anno il titolo della SIG Combibloc Group AG ha reso il +62%.
  • O-I Glass, Inc. produce e vende contenitori in vetro a produttori di alimenti e bevande. Produce contenitori in vetro per bevande alcoliche, tra cui birra, bevande al malto aromatizzate, liquori e vino. Nell’ultimo anno questa azienda ha reso il +34% anche se negli ultimi 3 mesi ha reso il -17%.
  • BillerudKorsnäs AB (publ) fornisce materiali e soluzioni di imballaggio a base di fibre in Svezia e a livello internazionale. Quest’azienda nell’ultimo anno ha reso ai suoi investitori il +30%.
AziendaPesoPaese
SIG COMBIBLOC GRP.4.6%Svizzera
O-I GLASS3.9%USA
BILLERUDKORSNAS3.8%Svezia
KONINKLIJKE DSM3.3%Paesi Bassi
GRAPHIC PACKAGING HLDG.3.2%USA
BALL31%USA
BALCHEM3.0%USA
FMC3.0%USA
DEERE2.9%USA
CAL-MAINE FOODS INC2.8%USA

Rendimento dell’ETF Food and Beverage

Questo ETF Food and Beverage è presente in Italia da relativamente poco tempo. Stiamo parlando di meno di un anno il che rende inutile ogni analisi storica.

L’indice Foxberry Tematica Research Sustainable Future of Food è, invece, presente dal 2015, questo ci permette di capire come si sarebbe potuto comporare il Rize Sustainable Future of Food UCITS ETF.

Possiamo quindi vedere come questo ETF Food and Beverage ha avuto nel corso di questi anni un rendimento molto simile al MSCI ACWI.

Rendimento ETF Food and Beverage vs MSCI ACWI
Rendimento ETF Food and Beverage vs MSCI ACWI

Alcuni dati:

  • La volatilità dell’indice Foxberry Tematica Research Sustainable Future of Food da quando è stato creato è stato di circa il 15%
  • Il rendimento, invece, è stato del +12% annuo
  • Per un solito confronto con MSCI World, nello stesso periodo questo indice ha avuto un rendimento annuo di circa il 10% e volatilità di 15%

In conclusione

Gli investimenti sostenibili sono uno strumento sempre più presente per i risparmiatori.

Tra questi c’è un ETF Food and Beverage che si occupa unicamente del settore alimentare. Sottolineo unicamente per ribadire il solito discorso sulla diversificazione. Da un punto di vista meramente legato al rendimento del proprio portafoglio, investire in un ETF del genere significa pur sempre investire in una nicchia caratterizzata da poche aziende.

Il Rize Sustainable Future of Food UCITS ETF andrebbe quindi visto, nel caso, come un utile strumento all’interno di un portafoglio più vasto e all’interno di una strategia di investimento ben definita.

Quanto ti è piaciuto il post?

Francesco Barba

Ingegnere e sommelier, fiero sorrentino appassionato di finanza personale e ottime bottiglie. Scrivo di finanza personale e risparmio sul blog di cui sono co-founder guidaglinvestimenti.it

Lascia un commento