Tempo di lettura: 4 minuti
0
(0)

Cosa significa investire in ETF Turismo?

Il Covid ha favorito molti settori economici come l’e-commerce ma ne ha sfovoriti tanti altri. Uno su tutti il settore del turismo. I dati parlano chiaro: nel 2020 il traffico di passeggeri si è ridotto a un terzo (quello internazionale del 75%). Le previsioni di un ritorno ai livelli pre pandemia parlano di aspettare ancora il 2023/2024. Conviene quindi investire in questo settore tramite strumenti come ETF turismo?

ETF Turismo: Passeggeri Globali pre e post Covid
Passeggeri Globali pre e post Covid

Il settore attualmente è completamente stravolto. Le continue evoluzioni che stiamo affrontando e il futuro incerto non aiutano a chiarire le idee. Sono il primo che evita di fare viaggi come prima perchè non so cosa mi può aspettare un viaggio all’estero: tra quarantena, green pass e nuovi focolai.

Immaginamoci un imprenditore di questo settore: come può programmare e investire per il futuro se questo non è chiaro?

Questa situzione non potrà continuare per sempre, quindi un risparmiatore potrebbe pensare di investire in ETF Turismo pensando in ottica futura. Dopotutto questo è un settore trainante pre molte economie (Italia in primis) e che sta vivendo anch’esso profonde traformazioni.

Basti pensare alla rivoluzione che ha introdotto Ryanair con i voli low cost o di Booking con le prenotazioni online.

Il risparmiatore interessato a questo tipo di investimento può contare su un unico ETF Turismo: Etf Lyxor STOXX Europe 600 Travel & Leisure. A onor del vero questo non è dedicato al 100% al turismo ma contiene in se anche molte aziende legate al tempo libero come il gioco d’azzardo.

Proviamo comunque a fare un’analisi di questo strumento.

Etf Lyxor STOXX Europe 600 Travel & Leisure

L’ETF Turismo Lyxor STOXX Europe 600 Travel & Leisure ha come sottostante l’indice STOXX® Europe 600 Travel & Leisure che replica il settore europeo del turismo e del tempo libero:

Lo strumento quindi si basa su 16 azioni europee che si occupano di turismo e tempo libero.

NomePesoSettorePaese
EVOLUTION GAMING GROUP19.67%Consumer DiscretionarySvezia
FLUTTER ENTERTAINMENT PLC15.07%Consumer DiscretionaryIrlanda
ENTAIN PLC11.07%Consumer DiscretionaryIsola di Man
INTERCONTINENTAL HOTELS GROUP8.72%Consumer DiscretionaryRegno Unito
RYANAIR HOLDINGS PLC7.89%IndustrialsIrlanda
WHITBREAD PLC6.33%Consumer DiscretionaryRegno Unito
SODEXO5.11%Consumer DiscretionaryFrancia
INTERNATIONAL CONSOLIDATED AIR4.23%IndustrialsRegno Unito
LA FRANCAISE DES JEUX SAEM4.12%Real EstateFrancia
ACCOR SA4%Consumer DiscretionaryFrancia

Le principali 10 aziende cubano da sole l’86% di tutto l’indice. Di queste il 50% circa si occupa di gioco d’azzaro (evidenziate in arancione).

L’ETF Turismo in esame è legato per il 23% all‘Irlanda e Regno Unito (il 44% del totale) mentre è nulla la presenza di aziende italiane. Stiamo parlando quindi di grossi colossi con sedi prevalentemente nel nord Europa (anche la presenza di Spagna e Grecia è nulla).

PaesePeso
Irlanda22.96%
Regno Unito21.18%
Svezia19.67%
Francia13.23%
Isle of Man11.07%
Germania4.81%
Malta2.56%
Stati Uniti2.34%
Svizzera2.18%

Quanto ha reso il Lyxor STOXX Europe 600 Travel & Leisure?

Vediamo un pò quindi quanto avrebbe reso questo ETF legato al settore del turismo.

Dopo un anno horribilis causato dalla pandemia dove questo ETF ha registrato un -23.3% circa, il Lyxor STOXX Europe 600 Travel & Leisure ha praticamente recuperato tutto: dall’Agosto 2020 all’Agosto 2021 ha infatti registrato un +46.6%.

Negli ultimi 10 anni, però, questo strumento ha avuto un rendimento di circa lo 0.5% annuo inferiore di MSCI World.

Rendimento Annualizzato 1 Anno3 Anni5 Anni10 Anni
Lyxor STOXX Europe 600 Travel & Leisure 46.61%1.26%3.9%11.19%
MSCI World35.67%15.09%14.90%11.66%

Andando un pò più nei dettagli:

  • Il 54% dei periodi considerati per questo ETF Turismo hanno dato segno positivo
  • La volatilità nell’ultimo anno è stata del 27% circa complice anche la pandemia rispetto al 12.7% di MSCI World
  • La volatilità dal 2010, invece, è stata del 22% circa rispetto al 12.3% di MSCI World
  • 10 mila euro investiti nel 2010 sarebbero valsi a metà 2021 circa 30 mila euro

Cosa possiamo capire da questi dati?

Innanzitutto che chi pensa ancora di fare affari approfittando del crollo dovuto alla pandemia si sbaglia: l’ETF Turismo in esame ha già avuto un rimbalzo nell’ultimo anno di oltre il 45%.

Si tratta di uno strumento comunque rischioso con una volatilità quasi doppia rispetto a un ETF azionario come MSCI World, quindi va considerato con cautela.

In conclusione

Investire in un ETF Turismo sarebbe potuta essere una buona occasione subito dopo il crollo legato alla pandemia.

Ad oggi gli investitori stanno già prezzando le aspettative di un ritorno alla normalità.

In Italia, purtroppo, l’unico ETF a disposizione per chi volesse investire in questa tematica è il Lyxor STOXX Europe 600 Travel & Leisure. Un ETF legato non solo al Turismo ma anche al tempo libero: le 3 principali aziende per peso sono tutte del settore del gioco d’azzardo.

Si tratta di un ETF caratterizzato da 16 aziende europee dal costo non eccessivo, paragonato ad altri ETF tematici, ma con forte volatilità e rendimenti contenuti.

Siamo di fronte a uno strumento fortemente ciclico che vede i suoi momenti migliori nelle fasi espansive di mercato (nel 2019 ad esempio ha registrato quasi il +22%) ma che va in sofferenza durante le crisi economiche. Dopotutto se l’economia va bene le persone possono permettersi di spendere maggiori soldi per turismo e tempo libero e viceversa.

Potrebbe quindi aver senso investire in questo strumento per periodi limitati di tempo quando, cioè, si prevedono forti riprese economiche. Una strategia buy & hold sul lungo termine, a mio modesto avviso, avrebbe poco senso.

Scopri anche gli ETF energie rinnovabili:

Quanto ti è piaciuto il post?

Francesco Barba

Ingegnere e sommelier, fiero sorrentino appassionato di finanza personale e ottime bottiglie. Scrivo di finanza personale e risparmio sul blog di cui sono co-founder guidaglinvestimenti.it

Lascia un commento