Tempo di lettura: 4 minuti
5
(1)

Cos’è il FTSE All World?

Si può investire in uno strumento azionaro globale non solo attraverso indici come MSCI ACWI ma anche tramite un altro index provider: FTSE All World.

E’ un indice, quindi, che permette di investire su un paniere di 3928 azioni sparse per il mondo. La distribuzione geografica è tale, comunque, da garantire più del 50% in azioni USA.

FTSE All World Esposizione Geografica
Esposizione Geografica

Come nel caso di MSCI ACWI, quindi, investire in questo indice implica avere una relativamente alta esposizione verso il mercato mondiale principale. Il che ha senso perchè un crollo di quei mercati difficilmente non influenzerebbe anche gli altri.

Quali sono quindi le principali differenze tra i 2 indici?

Esposizione FTSE All World

Come detto entrambi gli indici hanno un’esposizione geografica prevalentemente legata agli USA con piccole quote in mercati altrettanto importanti come la Cina.

Le differenze sono davvero minime. Si parla di qualche punto percentuale diverso per i singoli paesi come gli USA:

  • FTSE All World 57.2%
  • MSCI ACWI 58.4
FTSE All WorldMSCI ACWIMSCI WORLD
USA57.21%58.4%66.97%
Gippone6.75%6.2%7.08%
Cina4.68%4.8%0%
UK4.06%3.8%4.31%
France2.86%3.0%3.42%
Other21.96%23.9%14.95%
Canada2.48%0.0%3.26%
Esposizione Geografica

Stesso discorso di può fare per i diversi settori in cui ci concentrano le aziende.

In questo caso, però, le differenze si fanno più marcate con una presenza più marcata di MSCI ACWI nel settore di Communication Services rispetto a FTSE All World che, tuttavia, ha una maggiore quota legata al settore Industrial.

FTSE All WorldMSCI ACWIMSCI WORLD
Information Technology22.35%21.5%21.54%
Consumer Discretionary 15.65%12.8%12.13%
Financials14.29%14.33%13.8%
Communication Services4.93%9.56%9.25%
Materials4.14%5.08%4.57%
Consumer Staples 6.14%6.86%7.05%
Energy3.48%3.25%3.04%
Health Care10.95%11.32%12.3%
Industrials12.3%9.85%10.65%
Real Estate2.85%2.64%2.73%
Utilities2.92%2.82%2.95%
Esposizione per settori

Le principali aziende caratterizzanti questo indice sono, tuttavia, le solite note.

Le TOP 10, inoltre, cubano da sole circa il 15% del totale: 85% dell’indice è caratterizzato dalle restanti 3913 aziende.

AziendaNazionePesoSettore
AppleUSA3.2% Info Tech
MicrosoftUSA2.9% Info Tech
AmazonUSA2.3%Cons Discr
FacebookUSA1.2%Comm Srvcs
Alphabet CUSA1.1%Comm Srvcs
Alphabet AUSA1.1%Comm Srvcs
TeslaUSA0.8%Cons Discr
Taiwan Semiconductor MFGTaiwan0.8% Info Tech
Tencent Cina0.7%Comm Srvcs
JP Morgan ChaseUSA0.7%Financials

Rendimenti

Come si traducono queste differenze in termini di rendimento?

A guardare i dati storici le differenze tra FTSE All World e MSCI ACWI sono davvero minime. I soliti 10 mila euro investiti nel 2005 in entrambi gli indici sarebbero valsi a Maggio del 2021:

  • FTSE All World 40021 euro
  • MSCI ACWI 39194 euro
Differenze per Rendimenti All World
Differenze per Rendimenti
PortfolioCompound annual growth rateStandard deviationSharpe ratio
FTSE All-World9.05%13.57%0.63
MSCI ACWI8.91%13.58%0.62
MSCI World9.03%13.53%0.63
Tabella rendimenti dal 2005

La differenza sarebbe stata, quindi, di circa lo 0.14% annuo a praticamente pari volatilità. Anzi, addirittura in questo caso FTSE All World ha registrato una volatilità minore rispetto a MSCI ACWI. Tutto questo si traduce, quindi, in un maggiore indice di Sharpe.

Coerentemente, quindi, anche i drawdown sono stati pressochè gli stessi. Negli ultimi anni gli indici si sono mossi quasi a specchio.

Drawdown FTSE All World vs MSCI ACWI
Differenze per Drawdown

Differenze talmente minime che potrebbero annullarsi se non, addirittura, ribaltarsi in base al tipo di ETF che si decide usare per investire in uno o nell’altro indice.

Quali ETF scegliere?

Viste queste piccole differenze diventa quindi fondamentale, per ottimizzare gli investimenti, utilizzare un ETF con il minor costo possibile. Basta davvero poco per poter far pesare l’ago della bilancia da una parte piuttosto che dall’altra.

Ad esempio, per MSCI ACWI possiamo avere:

  • SPDR MSCI ACWI UCITS con il TER del 0.4% e valuta dell’ETF in USD (i.e. rischio di cambio)
  • Xtrackers MSCI AC World UCITS 1C con il TER del 0.25% e valuta dell’ETF in euro

Si tratta, per entrambi i casi, di ETF ad accumulazione a replica fisica ottimizzata. Replica fisica ottimizzata che è quasi un obbligo per aumentare il rapporto costi benefici. Investire in più di 3000 azioni sarebbe un esborso non da poco.

Le differenze di questi 2 ETF hanno portato anche a diversi rendimenti. Nella fattispecie Xtrackers ha sovraperformato rispetto a SPDR negli ultimi 3 anni: 41.77% vs 41.01%

Discorso del tutto analogo si potrebbe fare per l’indice FTSE All World. In questo caso l’ETF con maggiore liquidità è

  • Vanguard FTSE All-World UCITS con TER del 0.22% e valuta dell’ETF in USD (i.e. rischio di cambio)

Anche in questo caso la replica è fisica a campionamento ottimizzato.

Questo ETF è relativamente più giovane dei precedenti ragion per cui abbiamo dati relativi ai rendimenti solo dell’ultimo anno.

SPDR MSCI ACWI UCITS+ 5.92%
Xtrackers MSCI AC World UCITS+ 6.33%
Vanguard FTSE All-World UCITS+6.18%
Rendimento 2020

In conclusione

Le conclusioni che potrei trarre riguardo questo articolo potrebbero essere le medisime di quelle tratte per MSCI ACWI o MSCI World: è importante investire e diversificare per ridurre al minimo i rischi.

Non siamo certo dei Warren Buffett o Peter Lynch e non credo che valga la pena spendere ore per cercare il titolo che ci permette di battere il mercato.

Tra gli strumenti utili su cui possiamo contare ci sono gli ETF che replicano indici azionari altamente diversificati, tra cui il FTSE All World.

La scelta ovviamente è soggettiva: tutto dipende dalle proprie inclinazioni al rischio dalle proprie esigenze e dai propri obiettivi. Fissato un traguardo e le opportune condizioni al contorno va fatta una scelta ponderata cercando di tenere a mente tutti i possibili scenari e implicazioni.

Se vuoi approfondire gli invici MSCI World e MSCI ACWI (All Country World Index) di un’occhiata a questo articolo:

msci ACWi

Quanto ti è piaciuto il post?

Francesco Barba

Ingegnere e sommelier, fiero sorrentino appassionato di finanza personale e ottime bottiglie. Scrivo di finanza personale e risparmio sul blog di cui sono co-founder guidaglinvestimenti.it

Lascia un commento