Tempo di lettura: 5 minuti
4.3
(3)

In quale settore investire per guadagnare in borsa?

In quale settore investire per massimizzare i rendimenti?

  • Energy (Exxon Mobile, Chevron, etc.)
  • Utilities (Duke Energy, Southern Co., etc.)
  • Healthcare (Johnson & Johnson, Pfizer, etc.)
  • REITs (Simon Property Group, Public Storage, etc.)
  • Financials (JPMorgan Chase, Wells Fargo, etc.)
  • Industrials (Boeing, Honeywell, etc.)
  • Consumer Staples (Procter & Gamble, Walmart, etc.)
  • Materials (DowDuPont, Sherwin-Williams, etc.)
  • Information Technology (Apple, Microsoft, etc.)
  • Communication Services (Verizon, Comcast, etc.)
  • Consumer Discretionary (Amazon, Home Depot, etc.)

Andando a considerare gli ultimi 10 anni la risposta è stata abbastanza semplice: Information Technology.

L’ascesa di aziende come Apple e Microsoft ha permesso agli investitori di questo tipo di strumento finanziario di ottenere ottimi rendimenti.

Storicamente, però, ogni settore ha avuto rendimenti più o meno favorevoli in base al ciclo economico che ha attraversato l’economica di riferimento.

Ad esempio, in un periodo di crisi economica uno dei pochi settori a non soffrire è quello dei beni di consumo. Non possiamo fare a meno dei beni di prima necessità neanche in una fase di ristrettezze economiche.

Viceversa, in una fase di crescita del mercato le persone rivolgono la loro attenzione maggiormente verso consumi discrezionali, cioè beni di consumo non essenziali come possono essere elettrodomestici e auto.

Ciclo Economica dei vari settori

Individuare le varie fasi dei cicli economici non è certo semplice.

Per un investitore medio potrebbe quindi essere interessante capire quale settore ha reso mediamente meglio a prescindere dai cicli economici.

Miglior Settore S&P 500

Come detto nell’introduzione di quest’articolo, negli ultimi 10 anni non c’è stato miglior settore dell’information technology. Quest’affermazione è valida soprattutto negli USA.

In quale settore investire in USA
In quale settore investire in USA

Allo stesso modo, nessun settore ha reso peggio di quello energetico.

Rendimento Settori USA
Rendimento Settori USA

Analizzando nel dettaglio come si sono comportati i vari settori nel corso degli anni possiamo, però, apprezzarne le caratteristiche.

Possiamo cioè capire meglio in quale settore investire andando a capire come possiamo aspettarci che si comporti nel tempo.

Scopriamo così che il settore dell’information technology non solo ha permesso di ottenere i migliori rendimenti ma, allo stesso tempo, è quello che ha avuto minori perdite nel corso degli ultimi anni.

Rendimento vs Drawdown - 3 anni
Rendimento vs Drawdown – 3 anni

Il settore energetico negli ultimi anni si è rivelato essere un pessimo investimento con grossi crolli e rendimenti bassi.

Rendimento vs Drawdown - 5 anni
Rendimento vs Drawdown – 5 anni

Il settore dei beni essenziali (consumer staples) e quello del healthcare (salute) sono quelli che permettono di avere le minori perdite. Quindi, in un portafoglio diversificato, potrebbero essere utili per abbassare la volatilità.

Questi settori, infatti, hanno avuto crolli minori di quelli sofferti dall’indice delle aziende a grande capitalizzazione USA.

Rendimento vs Drawdown - 10 anni
Rendimento vs Drawdown – 10 anni

Esistono poi settori come quello dei Materiali, Industriali e Finanziari che non hanno pagato rispetto all’indice relativo alle azioni a grande capitalizzazione USA, indice che ha caratteristiche molto simili allo S&P 500.

Questi settori, infatti, hanno registrato redimenti minori e perdite maggiori rispetto al riferimento.

Box Plot - Rendimenti
Box Plot – Rendimenti

Miglior Settore MSCI World

Anche gli indici globali come MSCI World evidenziano analoghe considerazioni.

In quale settore investire - MSCI World
In quale settore investire – MSCI World

Il settore Information Technology conferma di aver avuto i rendimenti maggiori negli ultimi 10 anni.

Aziende Information Technology
Aziende Information Technology

Allo stesso modo, il settore energetico è quello che ha registrato le performance peggiori in termini di rendimento e volatilità.

Aziende Energy
Aziende Energy

Il settore Healthcare, infine, risulta essere sempre il settore che soffre meno i cicli economici restituendo rendimenti relativamente alti e stabili.

Aziende Healthcare

Un indice utile per capire come sia andato un investimento è l’indice di Sortino.

L’indice di Sortino ci permette quindi di capire quanto uno strumento finanziario ha reso rispetto alla sua volatilità negativa.

All’interno dei vari settori di MSCI World quello che negli ultimi 10 anni ha avuto una migliore performance è sempre Information Technology grazie al suo alto rendimento.

Un buon rapporto tra rendimento e volatilità è stato ottenuto dal settore dei beni non essenziali (Consumer Discret). Così come la bassa volatilità del healthcare permette avere valori dell’indice relativamente alti.

Investire in settori il cui indice di Sortino è al di sotto di quello di MSCI World non avrebbe avuto molto senso, in questo caso:

  • Industrial
  • Financials
  • Real Estate
  • Materials
  • Energy
Indice di Sortino - Sharpe dei vari settori
Indice di Sortino – Sharpe dei vari settori

In quale settore investire per proteggersi dai crolli?

Proviamo ora ad allargare l’intervallo temporale.

Proviamo, cioè, ad analizzare quanto successo dal 1994 al 2020 e dal 2000 al 2020.

Interessante notare come dal 1994 il settore del healthcare abbia restituito alti rendimenti e stabili nel tempo. Meglio dell’indice globale.

Allargando quindi la finestra agli anni 2000 notiamo come il settore dell’information technology abbia reso poco più rispetto all’indice globale.

Inoltre questo rendimento è stato pagato con alto drawdown.

Tutto ciò è in parte dovuto alla bolla del Dotcom che ha investito quel settore proprio a cavallo di quegli anni.

In quale settore investire - MSCI dal '94 e '00
In quale settore investire – MSCI dal ’94 e ’00

A questo punto mi sono chiesto: ma come si sono comportati i vari settori durante i più recenti crolli di mercato: 2008, 2018, 2020?

Andando ad analizzare le perdite massime notiamo subito che il settore health care è quello che reagisce meglio. In tutti e 3 i crolli analizzati questo settore è quello che ha perso meno.

I settori finanziari, energetici e dei materiali, dall’altra parte, sono quelli che subiscono di più.

Perdite massime settori
Perdite massime settori

Durante il crollo dei mercati di Febbraio/Marzo 2020, infatti, il settore Healthcare ha registrato un -6.2% contro:

  • Financial: -22%
  • Energy: -29%
  • Materials: -27%

In conclusione

All’interno di un portafoglio diversificato può aver senso puntare su un unico settore economico.

In un portafoglio può aver senso, cioè, diversificare la parte azionaria acquistando non solo indici globali come può essere MSCI World ma anche singoli settori economici come healthcare e information technology.

Ogni settore è legato al ciclo economico in cui attraversa l’economia. Esistono settori che rendono meglio durante i crolli e settori che rendono meglio durante le fasi di espansione dei mercati.

In quale settore investire: MSCI vs S&P500
In quale settore investire: MSCI vs S&P500

Dai dati analizzati emerge che negli ultimi anni nessun settore ha reso bene come quello dell’information technology e che nessun settore regge meglio alla crisi come quello del healthcare.

Queste considerazioni, però, non ci coprono da eventuali bolle dovute a sopravvalutazioni così come accaduto nell’information technology durante gli anni 2000.

Quanto ti è piaciuto il post?

Francesco Barba

Ingegnere e sommelier, fiero sorrentino appassionato di finanza personale e ottime bottiglie. Scrivo di finanza personale e risparmio sul blog di cui sono co-founder guidaglinvestimenti.it

Lascia un commento