Tempo di lettura: 6 minuti
0
(0)

Cosa significa investire in Tesla?

Investire in Tesla nel 2010 avrebbe permesso di ottenere dei rendimenti impensabili.

Giusto per dare un’idea: 10 mila euro investiti in un titolo Tesla sarebbero valsi agli inizi del 2021 quasi 1 milione e mezzo.

Ripeto: 10 mila euro trasformati in 1 milione e mezzo in 10 anni.

A confronto la stessa Amazon sembrerebbe un’aziendina da poco.

Investimento inizialeValore FinaleCAGRStdevMax. DrawdownSharpe RatioSortino Ratio
Tesla10000 euro1489917 euro64.26% 62.04%-48.80% 1.072.73
Amazon10000 euro178122 euro33.06% 27.98%-25.38% 1.152.27

Oltre alla rivoluzione nel settore automotive introdotta, parte della fortuna di Tesla sta nel carisma del suo fondatore e maggiore azionista: Elon Musk.

Personaggio visionario e controverso, attraverso le sue dichiarazione è in grado di modificare i già fragili equilibri finanziari. Basti pensare a tal proposito all’impennata del Bitcoin dopo i suoi Tweet.

Ma ha ancora senso investire e puntare su un’azienda del genere?

Business Tesla

Partiamo dal principio.

Negli ultimi anni (metà del 2019) Tesla inizia a fare profitti. Fino a quel momento l’azienda era in continua perdita.

Tesla profitability
Tesla profitability

Il business di Tesla è legato per la maggior parte alla produzione di veicoli elettrici: vendita e leasing dei loro modelli.

Utili per settori di investimento
Utili per settori di investimento

Il market share è in aumento, tuttavia Tesla occupa al momento meno del 1.5% di tutto il mercato auto USA. In Europa e Cina il market share è sotto l’1%.

Market Share Tesla
Market Share Tesla

Tesla in realtà non trae profitto unicamente dalla vendita di veicoli elettrici. Parte delle revenue sono, infatti, dovute alla cessione di crediti verdi.

Cosa sono questi crediti?

In America, ad esempio, in diversi stati ogni costruttore è obbligato a vendere una percentuale di veicoli elettrici, ibridi o a zero emissioni (ZEV, zero electric vehicle). Qualora non riesce in questo compito ha due possibilità:

  • Penali
  • Comprare crediti da chi ha un surplus come Tesla

In Europa le cose sono leggermente diverse. I limiti sono legati alla CO2:

  • Entro i 95 g/km nel 2020.
  • Ulteriore riduzione del 20% entro il 2025 e al 45% entro il 2030 rispetto alla soglia dei 95 g/km stabilita per il 2020

Anche in questo caso le case costruttrici che non riescono a soddisfare questo requisito possono scegliere tra comprare crediti o pagare penali.

Non stupisce quindi che FCA abbia acquistato crediti verdi da Tesla nel 2019 per rientrare nei limiti di CO2: 1.8 miliardi di euro.

I profitti che l’azienda di Musk sta ottenendo tramite la cessione dei crediti verdi sono in aumento e, nel 2020, questi hanno interessato il 5% delle revenue totali.

Infine, tra i macro interessi di Tesla non tutti sanno che esistono anche i sistemi fotovoltaici per le case.

Business model Tesla
Business model Tesla

Ad ogni modo, la fetta principale della torta è sempre legata alla vendita di auto elettriche.

Futuro di Telsa

Investire in Tesla significa investire nel futuro delle auto elettriche.

A tal proposito sono 2 i punti fondamentali:

  • Aumento della presenza dei veicoli elettrici rispetto ai veicoli con motori a combustione interna
  • La nascita o l’evoluzione di aziende che competeranno sempre più con Tesla

Le regolamentazioni legate, ad esempio, dagli accordi di Parigi spingeranno le case costruttrici a proporre sempre più modelli a zero emissioni.

Futuro delle auto elettriche
Futuro delle auto elettriche

Ciò porterà in un futuro sempre più vicino ad una presenza sempre più massiccia di auto elettriche, soprattutto nei centri urbani.

A tal proposito è interessante notare come la presenza di veicoli elettrici avrà sempre più presa in mercati chiave come la Cina piuttosto che mercati maturi come gli USA.

Market share veicoli elettrici
Market share veicoli elettrici

Ad oggi, inoltre, Tesla la fa da padrone. Il suo brand e la sua tecnologia fanno si che l’auto elettrica sia ancora identificata con l’azienda di Elon Musk.

Tuttavia, le altre aziende non stanno a guardare. Le altre case costruttrici “tradizionali” come Volkswagen, GM, Renault e BMW stanno sempre più investendo in nuove tecnologie per recuperare il tempo perso.

Stanno nascendo, inoltre, altre aziende che puntano al primato tecnologico di Tesla.

Una su tutte BYD.

BYD è un’azienda Cinese nasce come produttore di batterie per smartphone e dal 2003 ha diversificato il suo portfolio investendo in auto elettriche.

OEM Market Share auto elettriche
OEM Market Share auto elettriche

Prezzo delle azioni Tesla

Un indicatore che riflette molto la situazione sul prezzo delle azioni Tesla è il P/E.

Il P/E di Tesla è di 1076. Più di mille!

Per avere dei riferimenti:

  • La media delle aziende automotive USA ha un P/E di 50
  • General Motors ha un P/E poco superiore a 12
  • BYD ha un P/E di circa 200

Potremmo pensare che Tesla sia più vicina a un’azienda del settore tecnologico.

Settore che ha avuto un boom negli ultimi 10 anni: Amazon ha un P/E poco inferiore a 80. Tra le aziende ad alta capitalizzazione quella con rapporto prezzo utili più vicino a Tesla è Shopify: circa 880.

Un alto P/E significa un prezzo dell’azione alto rispetto agli utili dell’azienda. Significa che le aspettative future da parte degli investitori verso quell’azienda sono alte.

Il P/E e, più in generale, il prezzo delle azioni così alto è figlio soprattutto delle performance del 2020.

Investire in Tesla nel 2020 avrebbe significato ottenere un rendimento del 750% circa.

A tal proposito è interessate leggere l’analisi di Scott Galloway.

Le nuove aziende fintech hanno messo alla portata di tutti il mercato azionario. Con i pro e i contro.

Il principale punto da sottolineare è che gruppi di neofiti con scarse conoscenze finanziarie si sono spinti a investire spinti da mode del momento.

Questi investitori hanno investito in azioni pensando di diventare ricchi in breve tempo, pensando di speculare insomma.

Tra le principali applicazioni che hanno permesso c’è Robinhood.

Robinhood è un’applicazione che permette di investire in azioni senza commissioni. Diventata famosa in Italia per il caso Gamestop è già presente nel mercato USA da diversi anni.

Il numero di utenti di Robinhood durante la pandemia è cresciuto molto: da Marzo 2020 a Settembre 2020 si è passati da 120000 a 160000

Guarda caso ciò è capitato in concomitanza dell’impennata delle azioni Tesla.

Robinhood vs Prezzo azioni Tesla
Robinhood vs Prezzo azioni Tesla

Certo, esistono molti altri parametri da considerare per capire lo stato di salute di un’azienda. Tutto però lascia pensare a una possibile bolla.

Come investire in Tesla

Per chi fosse comunque interessato a investire in Tesla, oltre a comprare direttamente azioni può pensare di investire in ETF.

Tesla, infatti, è da poco entrata a far parte dell’indice americano per eccellenza S&P500. Investire in un ETF legato a questo indice significa, indirettamente, investire in un portafoglio con un’esposizione del 1.7% circa in azioni Tesla.

Un’esposizione maggiore la troviamo all’interno dell’ETF:

iShares Electric Vehicles and Driving Technology UCITS ETF (ISIN IE00BGL86Z12)

Si tratta di un ETF con TER del 0.4% che replica l’indice STOXX® Global Electric Vehicles & Driving Technology.

In questo caso il peso di Tesla è di circa il 5%.

In conclusione

Investire in Tesla sarebbe stata una mossa vincente negli anni passati.

Oggi, però, il prezzo delle azioni è talmente alto da lasciare qualche dubbio sull’affare, almeno nel breve. Non vi è alcun dubbio sulla rivoluzione che sta mettendo in atto Tesla, ciò potrà premiare l’azienda nel lungo termine ma ad oggi i numeri lasciano qualche perplessità.

Ricordiamo che nel 2019 la capitalizzazione di Tesla (103 Miliardi di dollari) era maggiore di General Motors (50 Miliardi di dollari) e Ford (36 Miliardi di dollari) messe assieme.

Nel 2019 GM ha venduto quasi 3 milioni di veicoli, Ford quasi 2.5 milioni, Tesla meno di 200 mila.

Stiamo parlando di un’azienda che spende zero in pubblicità (Alfa Romeo spende più di 1000 dollari per veicolo) ma che fa degli annunci del suo fondatore, Musk, una fonte vitale di attenzione e pubblicità.

Twitter Elon Musk
Twitter Elon Musk

Elon Musk che sente sempre il bisogno di sorprendere e meravigliare il proprio pubblico. Dal lancio di una Tesla Roadster S nello spazio all’acquisto di Bitcoin per un valore di 1.5 Miliardi di dollari.

Infine, per chi volesse comunque investire in Tesla può farlo anche attraverso gli ETF. Tesla, ad esempio, è stata da poco inserita all’interno dell’indice S&P 500.

Quanto ti è piaciuto il post?

Francesco Barba

Ingegnere e sommelier, fiero sorrentino appassionato di finanza personale e ottime bottiglie. Scrivo di finanza personale e risparmio sul blog di cui sono co-founder guidaglinvestimenti.it

Lascia un commento