Tempo di lettura: 5 minuti
3
(2)

Investire nel litio

Il settore delle auto elettriche e, più in generale, delle batterie è in una fase di forte crescita e questo potrebbe spingere molte persone a pensare di investire nel litio.

La continua spinta verso l’elettrificazione, soprattutto da parte di player come Cina e USA, sta portando a un grosso focus sulle batterie agli ioni di litio.

Queste, infatti, rispetto ad altre soluzioni, rappresentano ad oggi il miglior compromesso tra packaging – energy storage – costi.

densità di energia batterie litio
densità di energia batterie litio

La quantità di litio necessaria per queste nuove tecnologie è più grande di quanto si possa immaginare.

Basti pensare che si va dai 40g delle batterie di un PC portatile ai 63 kg di una comune auto elettrica.

quantità di litio nelle batterie
quantità di litio nelle batterie

Fatte queste premesse proviamo ad analizzare come si può investire nel litio e quali possono essere le previsioni per questo tipo di mercato.

Come investire in Litio

Capite le potenzialità nasce la solita domanda: come si può investire in litio?

Rispetto ad altre commodity come oro e argento in questo caso non esistono ancora ETC (Exchange traded commodities) incentrati unicamente sul litio.

Ad ogni modo si può pensare di sfruttare strumenti finanziari indiretti, come:

  • Azioni di compagnie di mining
  • ETF legati a società coinvolte nello sviluppo e produzione di batterie

Azioni di aziende di mining

Iniziamo con il dire che le miniere di litio sono per lo più situate in 3 nazioni: Australia, Cile e Cina.

dove si trova il litio?
Dove si trova il litio?

Le aziende principali che si occupano di estrazione di questo materiale in queste zone del globo sono 5: 

  • Albermarle
  • SQM
  • Tianqi
  • Ganfeng
  • Livent
Principali aziende di estrazione
Principali aziende di estrazione

Da sole hanno in mano il 71% del mercato. Non è detto che in futuro non entrino in gioco altri competitor.

Prima di analizzare in modo molto rapido queste 5 azioni ci tengo a ricoradare che il prezzo delle azioni è definito da due parametri principali:

  • Earning per share
  • Aspettative sul futuro dell’azienda

Con questo voglio dire che il prezzo di un’azienda non riflette unicamente il suo attuale valore ma anche le aspettative che gli investitori hanno.

Bisogna quindi capire, prima di comprare un’azienda, se il suo prezzo è coerente con il suo attuale valore o, viceversa, che il suo prezzo conta già un’alta aspettativa. 

Detto ciò vediamo cosa significa comprare azioni litio.

Albemarle Corporation

Azienda ad oggi numero 1 nel settore con sede a Charlotte nella Carolina del Nord e fatturato nel 2019 di 3,589 miliardi di dollari.

investire nel litio: Albemarle Corporation
Albemarle Corporation

Sociedad Quimica y Minera S.A. (SQM)

Azienda Cilena con sede in Santiango del Cile. Le sue miniere sono prevalentemente allocate in Cile e Australia.

investire nel litio: Sociedad Quimica y Minera S.A.
Sociedad Quimica y Minera S.A.

Tianqi Lithium

Azienda cinese con sede nel Sichuan. Anche quest’azienda concentra le sue miniere prevalentemente in Cile e Australia.

investire nel litio: Tianqi Lithium
Tianqi Lithium

Jiangxi Ganfeng Lithium Co.

Altra azienda Cinese con sede in Xinyu. Vanta collaborazioni molto forti con clienti del calibro di Tesla, LG e BMW.

investire nel litio: Jiangxi Ganfeng Lithium Co.
Jiangxi Ganfeng Lithium Co.

Livent Corp

Azienda americana con sede in Filadelfia. La maggior parte delle sue miniere sono locate in Argentina.

investire nel litio: Livent Corp
Livent Corp

Investire in ETF Litio

Come detto in precedenza, non esiste un ETC, come nel caso dell’argento e dell’oro, che permette di investire direttamente sulla commodity.

Esistono, tuttavia, degli ETF caratterizzati da società coinvolte nello sviluppo e produzione di batterie. Incluse società che estraggono materie prime per la produzione di batterie.

Un esempio può essere l’ETF: L&G Battery Value-Chain UCITS (ISIN – IE00BF0M2Z96).

Strumento con un TER del 0.49% e caratterizzato dalle principali aziende riportate in basso.

portafoglio ETF L&G Battery Value-Chain UCITS (ISIN - IE00BF0M2Z96)
Invesire Litio tramite ETF

L’azienda BYD partecipa per quasi il 7% all’interno di questo paniere. Si tratta di un’azienda automotive e elettronica cinese che si pone come obiettivo quello di competere con Tesla nel mercato delle auto elettriche.

BYD competitor Tesla
BYD – azienda cinese competitor di Tesla

Da Gennaio 2018 ad oggi questo strumento ha avuto un rendimento di oltre il 20%. Durante il crollo dei mercati di Febbraio/Marzo 2020 hanno visto un crollo di oltre il 20%, crollo recuperato dopo circa 3 mesi.

Rendimento ETF legato al litio
Rendimento ETF legato al litio

La spinta dell’auto elettrica

Il litio fino a poco tempo fa era usato per lo più nelle industrie di ceramiche e vetro. L’esplosione delle auto elettriche e di tutta la tecnologia che sfrutta le batterie (da aspirapolveri a monopattini), ha del tutto cambiato questo scenario.

Ad oggi, infatti, il 54% del litio estratto è utilizzato per batterie ricaricabili.

Utilizzo industriale
Utilizzo industriale

L’utilizzo di questo elemento è destinato ad aumentare.

Le previsioni infatti parlano di una produzione che nel 2026 è destinata a quintuplicarsi rispetto ai livelli del 2016, portando l’impiego di questo materiale per la costruzione di batterie ricaricabili dal 50% al 86%.

Domanda di litio negli electric vehicle
Domanda di litio nelle EV

Abbiamo quindi che la grossa quantità di litio necessaria per costruire auto elettriche (i.e. batterie ricaricabili) e la spinta sempre più forte di OEM (case costruttrici) e Stati per una mobilità sempre più green sta creando sempre più interesse verso questo tipo di investimento.

Previsione di utilizzo del litio
Previsione di utilizzo del litio

In conclusione

L’uso delle batterie ricaricabili, soprattutto nell’ambito automotive, provocherà un inevitabile aumento di richiesta di litio. 

Investire nel litio quindi potrebbe essere una buona soluzione facendo ovviamente attenzione. 

Al solito, investire unicamente in uno strumento incentrato in questo componente chimico, che siano azioni o ETF, può essere rischioso. Significherebbe, infatti, concentrare tutto su un unico settore con conseguenti rischi.

Potrebbe essere, invece, una buona opportunità di diversificazione del proprio portafoglio. Bisogna però stare attenti a eventuali sopravvalutazioni o bolle di mercato. 

Che le auto elettriche stiano avendo una diffusione sempre maggiore è sotto gli occhi di tutti.

Molti sanno che le batterie sono costituite da litio.

Non è quindi un segreto che investire nel litio possa essere una buona soluzione. In questi casi il pericolo è che le aspettative di crescita portino i vari strumenti finanziari a prezzi molto più alti del loro reale valore.

Quanto ti è piaciuto il post?

Francesco Barba

Ingegnere e sommelier, fiero sorrentino appassionato di finanza personale e ottime bottiglie. Scrivo di finanza personale e risparmio sul blog di cui sono co-founder guidaglinvestimenti.it

Lascia un commento