Tempo di lettura: 4 minuti
0
(0)

Cos’è il Larry Portfolio?

Il Larry Portfolio prende il nome da Larry Swedroe, Chief Research Officer presso Buckingham Strategic Partners (ex BAM Alliance) oltre che autore di molti libri legati al tema finanziaro.

E’ proprio in uno dei libri che Larry Swedroe ha scritto insieme a Kevin Grogan intitolato Reducing the Risk of Black Swans (Ridurre il rischio dei cigni neri) che viene descritto questo portafoglio.

Qual è la teoria alla base del Larry Portfolio?

Swedroe suggerisce di avere un portafoglio con un’esposizione verso asset ad alto rischio che generano rendimenti superiori: detenere meno azioni unitamente a investimenti più sicuri (ad esempio obbligazioni).

Tutto ciò fa venire in mente la Barbell Strategy in cui si investe in due estremi di mercato, sia ad alto che a basso rischio, evitando il mezzo.

Ecco quindi che il 70% del Larry Portfolio è caratterizzato da Bond a media scadenza (5-7 anni) e il 30% da azioni tra Small Cap e Paese Emergenti.

PesoStrumentoAsset
15%U.S. Small-Cap ValueStock
7.5%International Small-Cap ValueStock
7.5%Emerging Market ValueStock
70%Intermediate TreasuriesBond

Cosa potremmo aspettarci?

Abbiamo una parte azionaria minore ma caratterizzata da alti rendimenti e volatilità. Quello che potremo aspettarci quindi è rendimenti minori di un indice azionario come S&P 500 ma meno volatile. Allo stesso modo, il rendimento sarà maggiore rispetto a un portafoglio con 70% obbligazioni e 30% azionario classico grazie alle Small Cap.

Performance Larry Portfolio

Andiamo più nel dettaglio.

Un investimento di 1000 euro fatto nel 1995 in questo tipo di portafoglio avrebbe permesso di avere oggi (metà del 2021) circa 6133 euro: un rendimento totale del 513% (7% annualizzato).

Rendimento Larry Portfolio
Rendimento Larry Portfolio

La crescita del capitale, inoltre, sarebbe stata abbastanza costante. La forte componente obbligazionaria avrebbe permesso di ridurre i drawdown con un massimo registrato di circa il 12% avuto durante la crisi finanziaria del 2007.

Drawdown Larry Portfolio
Drawdown Larry Portfolio

Tramite Portfolio Charts abbiamo la possibilità di avere molti dati statistici.

Possiamo così vedere come dal 1970 alla metà del 2021 il rendimento medio restituito dal Larry Portfolio è stato del 5.1% con una deviazione standard di 7.5%.

Rendimento medio
Rendimento medio

Che orizzonte temporale devo considerare se decido di copiare il Larry Portfolio?

Nel 28% dei casi il Larry Portfolio ha restituito un rendimento negativo se investito per 1 anno.

Storicamente si è visto che nel peggiore dei casi ci sono voluti 11 anni di investimento per azzerare le perdite. Cioè se avessi investito subito prima di un crollo avrei dovuto aspetare 11 anni per ritornare al capitale iniziale.

Un investimento di 15 anni non ha mai restituito un rendimento negativo.

Percentuale di periodi negativi
1 anno28%
3 anni10%
5 anni6%
10 anni4%
15 anni0%

Il rendimento medio per un investimento di 10 anni dal 1970 in poi è stato del 5% con un minimo del -1%. Se allargassimo l’orizzonte a 15 anni il rendimento medio sarebbe stato del 5.9% con un 2% nel peggiore dei casi.

MinMaxMedia Mediana
1 anno-13%23%5.3%5%
3 anni-5%16%5.4%5%
5 anni-3%15%6.1%4%
10 anni-1%11%5.0%6%
15 anni2%9%5.9%6%

Possiamo anche qui vedere che chi sceglie il Larry Portfolio deve comunque considerare un orizzonte temporale di 10 anni e può attendersi un rendimento medio del 5/6% annuo circa.

Come ricreare il Larry Portfolio?

Tutto molto bello. Ma se volessi provare a replicare questo portafoglio?

Analizzando gli strumenti originali applicati da Larry Swedroe potremo pensare di utilizzare questi ETF.

PesoStrumentoTERAsset
15% iShares MSCI USA Small Cap UCITS ETF (Acc), ISIN IE00B3VWM098 0.43% Stock
7.5% SPDR MSCI World Small Cap UCITS ETF, ISIN IE00BCBJG560 0.45% Stock
7.5% 7.5% iShares Core MSCI Emerging Markets IMI UCITS ETF (Acc), ISIN IE00BKM4GZ660.18%Stock
70% iShares USD Treasury Bond 3-7yr UCITS ETF (Acc), ISIN IE00B3VWN393 0.07%Bond

A dire il vero si potrebbe pensare si rendere questo tipo di portafoglio meno esposto agli USA andando ad eliminare l’asset MSCI USA Small Cap e investendo unicamente nel MSCI World Small Cap.

Come sarebbe andato un investimento del genere?

Aver investito 10 mila euro nel 2004 in un Larry Portfolio avrebbe permesso di raggiungere dopo circa 17 anni un capitale di 28000 euro. Se invece avessimo deciso di utilizzare la versione più globale il capitale sarebbe salito a 27900 euro circa (quindi molto simile) ma con una volatilità minore.

Larry Portfolio a confronto
Larry Portfolio a confronto

Tutto ciò si riassume con un indice di sharpe per la versione globale del Larry Portfolio leggermente migliore.

PortfolioAmount investedNet asset valueCompound annual growth rateStandard deviationSharpe ratio
Larry Swedroe Global€10000€278536.61%8.11%0.70
Larry Swedroe€10000€280346.65%8.38%0.69
MSCI World€10000€376288.63%13.47%0.60
S&P 500€10000€4748310.23%13.84%0.70
MSCI World Small Cap€10000€405819.15%16.47%0.55

Come detto, siamo comunque lontani dai rendimenti dell’azionario puro. Tutto ha un prezzo: otteniamo minore volatilità in cambio di un rendimento minore.

In conclusione

L’idea alla base del Larry Portfolio è quella di investire in 2 tipi di asset:

  • Uno ad alto rendimento e alto rischio, principalmente le Small Cap
  • Uno a minor rendimento ma anche minore rischio/volatilità come le obbligazioni a media scadenza

Tutto ciò permette di avere un rendimento relativamente stabile (bassa volatilità) ma minore di quello che potremmo ottenere con un azionario puro.

Tutto dipende dalle nostre esigenze. Un giovane che ha parecchi anni davanti potrebbe ritenere poco utile per i suoi scopi un portafoglio del genere.

Scopri altri lazy portfolio e trova quello più adatto a te:

lazy portfolio carlino che dorme nel letto guidaglinvestimenti.it
4 foglie 4 stagioni guidaglinvestimenti.it

Quanto ti è piaciuto il post?

  • Categoria dell'articolo:Lazy Portfolio

Francesco Barba

Ingegnere e sommelier, fiero sorrentino appassionato di finanza personale e ottime bottiglie. Scrivo di finanza personale e risparmio sul blog di cui sono co-founder guidaglinvestimenti.it

Lascia un commento