Tempo di lettura: 2 minuti
0
(0)

Cosa fa Michael Burry nel Q3 2021?

Michael Burry nel Q3 2021 ha ridotto le sue azioni ordinarie da $ 137 milioni a $ 42 milioni.

Praticamente ha venduto tutto.

Tra le principali operazioni di Michael Burry nel Q3 2021 troviamo la chiusura delle sue posizioni ribassiste contro l’ETF ARK Innovation ETF di Cathie Wood, Tesla di Elon Musk e l’ETF iShares 20+ Year Treasury Bond.

Posizioni che avevano suscitato non poco clamore nel Q2 del 2021. Ecco qualche numero per far capire la portata della scommessa ribassista:

  • 235 mila azioni azioni del principale ETF di Wood (ticker ARKK)
  • Circa 1.9 milioni di azioni del Treasury ETF (TLT)
  • Oltre 1 milione di azioni Tesla

A seguito di ciò ARKK è sceso di oltre il 15% nel terzo trimestre, TLT è cambiato poco e Tesla ha guadagnato il 14%.

Purtroppo non ci è dato sapere se queste operazioni hanno fruttato o meno qualcosa nelle tasche di Michael Burry e del suo fondo, ad ogni modo rimane una cosa: nel Q3 del 2021 l’investitore reso famoso per aver previsto la grande crisi finanziaria del 2007 negli USA ha venduto più del 50% delle proprie azioni.

Adesso nel suo portafoglio rimangono 6 azioni mentre tutte le opzioni call e put sono state vendute.

In basso trovate un dettaglio dell’attuale portafoglio del protagonista di The Big Short o meglio, il resoconto pubblicato da Scion Asset Management

Stock% del portafoglioAttività
CVS HEALTH CORP41%Nessuna
LOCKHEED MARTIN CORP25%Nuova
GEO GROUP INC NEW21%Venduto il 54% shares
CORECIVIC INC9%Venduto il 68% shares
NOW INC3%Nuova
SCYNEXIS INC2% Nuova

Attività principali di Michale Burry nel Q3 2021

Perchè Michale Burry nel Q3 2021 ha venduto la maggior parte delle sue azioni?

Una possibile spiegazione potrebbe essere che il famoso investitore USA si stia preparando a una nuova crisi. Potrebbe, infatti, aver venduto tutte le sue posizioni per avere del cash da utilizzare quando tutto il mercato crollerà.

Non dimentichiamo, infatti, che più di una volta Michael Burry ha definito la situazione attuale del mercato “preoccupante” con degli eccessi di valutazioni che lascerebbero presagire lo scoppio di una nuova bolla.

Ad ogni modo oltre alla cessione di molte posizioni troviamo anche 3 new entry:

  • Lockheed Martin Corporation, una società di sicurezza e aerospaziale, è impegnata nella ricerca, progettazione, sviluppo, produzione, integrazione e mantenimento di sistemi, prodotti e servizi tecnologici in tutto il mondo. Quest’azione ha visto negli ultimi 5 anni un aumento del proprio prezzo del 46.2% (includendo i dividendi) mentre i ricavi nello stesso periodo sono aumentati del 18.9% annuo
  • ServiceNow, fornisce soluzioni di cloud computing aziendale che definiscono, strutturano, consolidano, gestiscono e automatizzano i servizi per le aziende di tutto il mondo. Gli ultimi 5 anni il prezzo delle azioni di questa società hanno visto un +670.4% ultimi, mentre i ricavi sono saliti con un tasso del 65.7% annuo
  • SCYNEXIS, infine, è una società di biotecnologie che fornisce terapie per il trattamento delle infezioni fungine negli Stati Uniti. Il prezzo delle azioni di questa società è calato negli ultimi 5 anni del 81%, calo legato al una riduzione dei ricavi del -14.4% annuo

In conclusione

Il portafoglio di Michale Burry nel Q3 2021 ha visto una drastica riduzione delle sue posizioni. Circa il 50% delle proprie azioni è stato venduto così come tutte le opzioni, soprattutto quelle ribassiste nei confronti di Elon Musk e Cathie Wood.

Sembra che Burry si stia preparando a un prossimo crollo dei mercati, viste anche le sue ultime dichiarazioni riguardo un’eccessiva sopravvalutazione degli asset finanziari.

Ad ogni modo, le mosse di questo investitore sono sempre molto interessanti e lasciano più di uno spunto di riflessione. Che abbia ragione o meno…

Quanto ti è piaciuto il post?

Francesco Barba

Ingegnere e sommelier, fiero sorrentino appassionato di finanza personale e ottime bottiglie. Scrivo di finanza personale e risparmio sul blog di cui sono co-founder guidaglinvestimenti.it

Lascia un commento