Tempo di lettura: 6 minuti
3
(2)

Quali sono le migliori aziende in cui investire secondo i prinpali investitori USA?

Ogni fondo di investimento deve per legge rendere pubblica una fotografia dello stato del proprio portafoglio ogni trimestre. Questo ci permette di capire le loro mosse per prendere eventualmente spunto riguardo le migliori azioni su cui è possibile investire.

Proviamo quindi a capire quali sono le principali aziende che 72 tra gli investitori più famosi d’America hanno acquistato nel corso del Q2 del 2021.

Tra questi investitori troviamo persone del calibro di Warren Buffett, Charlie Munger e Michael Burry.

La classifica che segue vuole evidenziare le aziende che hanno visto il maggior numero di investitori acquistare le loro azioni nel 2021:

  1. Alibaba Group Holdings
  2. Facebook Inc.
  3. Amazon.com Inc.
  4. Netflix Inc.
  5. Fiserv Inc.
  6. Walt Disney Co.
  7. General Electric
  8. Visa Inc.
  9. Charter Communications
  10. ViacomCBS Inc.

Proviamo a vedere, quindi, le TOP 5.

migliori azioni guru finanza guidaglinvestimenti

FISERV #5

Fiserv è senza dubbio la meno conosciuta tra le prime 5 migliori azioni che i guru della finanza hanno dichiarato di aver acquistato nel Q2 del 2021.

La missione di questa azienda è di fornire soluzioni tecnologiche e di servizi integrate che consentano ai propri clienti di ottenere i migliori risultati.

L’idea alla base di questa azienda è quindi quella di elaborare dati finanziari per conto dei propri clienti in modo da garantire una maggiore efficienza e, soprattutto, di ridurre i costi

Prima della loro creazione, nel 1984, la maggior parte delle aziende creava il proprio software di elaborazione dati e manteneva i propri sistemi associati internamente, di solito a un costo in costante aumento.

Da allora l’azienda è continuata a crescere al punto da quotarsi in borsa e a garantire ai propri investitori rendimenti ben più alti del mercato.

migliori aziende su cui investire: Fiserv
Rendimento Fiserv vs S&P500

Basti pensare che il rendimento medio annuo dal 1994 a metà del 2021 è arrivato al 17%.

PortfolioCAGRStdevBest YearWorst YearMax. DrawdownSharpe RatioSortino Ratio
Fiserv, Inc.17.30% 25.98%57.34%-34.46%-46.41% 0.661.08
SPDR S&P 500 ETF Trust10.57% 14.75%38.05%-36.81%-50.80% 0.600.89

NETFLIX #4

Netflix è stata l’azienda che prima di tutte ha introdotto servizi di streaming video.

Il business model è abbastanza semplice: il cliente paga una sottoscrizione a Netflix per aver accesso alla piattaforma. Stiamo parlando di 208 milioni di abbonati in tutto il mondo nel 2021.

Questo numero si è ovviamente impennato durante il periodo del lockdown e ora la crescita ha avuto un rallentamento, ma comunque rimane sopra le stime dell’azienda.

Ora sono molte le aziende che cercano di entrare in questo florido mercato, basti pensare a Disney+ e Prime Video.Tuttavia queste aziende sono ancora lontane nonostante gli ingenti investimenti.

Netflix dispone di un numero di contenuti originali che gli altri competitor non hanno: nel 2021 hanno speso 17 miliardi di dollari per la produzione di serie e film originali. Questo lascia capire come sia ampio il solco tra Netflix e gli altri competitor e come sia difficile colmarlo.

AMAZON #3

Amazon basa il suo business non solo sull’e-commerce. Anzi, il cloud, i negozi fisici e tutti i servizi di sottoscrizione come Amazon Prime stanno avendo un ruolo sempre più importante all’interno delle revenue dell’azienda di Jeff Bezos.

  • Online 197.3b $
  • Third-party seller services 80.4b $
  • Amazon Web Services 45.4b $
  • Subscription services 25.2b $
  • Magazzini fisici 16.2b $
  • Altro 21.5b $

A Marzo del 2021, poi, Amazon ha annunciato ulteriori opportunità di crescita in settori ancora diversi dagli attuali. Un esempio è l’intenzione di espandere il programma di assistenza sanitaria virtuale negli Stati Uniti.

Questa mossa permetterebbe all’azienda di Seattle di entrare in un mercato (quello dell’assistenza sanitaria) che vale un quinto dell’economia degli Stati Uniti

Per non parlare dell’acquisizione di Metro-Goldwyn-Mayer per circa 9 miliardi di dollari e dell’acquisizione dei diritti per trasmettere alcune partite di Champions League: questo fa capire quanto forte stiano puntando anche sullo streaming video con Prime Video.

Un altro veicolo di crescita per Amazon, infine, è la pubblicità. Quando cerca un prodotto, circa la metà degli adulti statunitensi inizia la ricerca con Amazon. Più ricerche attirano più inserzionisti. E poiché il Covid-19 ha indotto un numero maggiore di consumatori a fare acquisti online, la crescita degli annunci di Amazon continuerà a crescere.

Business Model Amazon - Fonte FourWeekMBA
Business Model Amazon – Fonte FourWeekMBA

Facebook #2

Quando qualcosa è gratis il prodotto sei tu (cit. Social Dilemma).

Non tutti sanno che all’interno di Facebook fanno parte altri colossi del calibro di Instagram e WhatsApp. Questo lascia immaginare l’enorme platea di cui Mark Zuckerberg dispone.

Facebook è diventata così la principale azienda al mondo nel settore dei social media con un numero totale di utenti attivi mensili che sfiora i 3 miliardi.

Business Model Facebook - Fonte Business Model Analyst
Business Model Facebook – Fonte Business Model Analyst

Cosa fa Mark Zuckerberg per sfruttare questa enorme platea di cui dispone?

Semplice, Facebook ci conosce meglio di quanto noi possiamo pensare. Tutti i nostri dati, tutte le interazioni che abbiamo vengono acquisite in modo da farci visualizzare delle pubblicità che sono perfette per noi.

The Motley Fool ci permette di avere dei dati molto interessanti a tal proposito:

Il numero totale di utenti giornalieri di Facebook è cresciuto del 20% negli ultimi due anni, arrivando a 1-9 miliardi. Facebook sta aumentando le sue entrate medie per utente (ARPU) allo stesso tempo, raggiungendo $ 10.12 per utente nel secondo trimestre del 2021, un aumento del 43% anno su anno.

Con più utenti che generano più entrate, la crescita complessiva delle entrate di Facebook è impressionante. Nel secondo trimestre del 2021, Facebook ha registrato entrate per 29 miliardi di dollari, con un aumento del 56% rispetto al 2020.

E a questo si aggiunge il buyback delle proprie azioni.

Facebook ha molto denaro a disposizione. Questo denaro non viene utilizzato per pagare un dividendo agli investitori ma viene sfruttato per ricomprare le proprie azioni.

Cosa succede quindi?

Meno azioni sul mercato, maggior valore per le azioni che rimangono disponibili.

Facebook ha riacquistato $ 7.1 miliardi delle sue azioni durante il secondo trimestre del 2021 e il numero totale di azioni in circolazione è sceso a 2.877 miliardi da 2.921 miliardi alla fine del 2018.

Alibaba #1

Il modello di business di Alibaba ha molti punti in comune con Amazon.

Rispetto all’azienda di Bezos, tuttavia, Alibaba ha un’alta concentrazione dei propri profitti dall’e-commerce: manca (ancora?) di una diversificazione ampia che le permetta di slegarsi da questo settore.

Business Model Amazon vs Alibaba - Fonte FourWeekMBA
Business Model Amazon vs Alibaba – Fonte FourWeekMBA

Nonostante ciò, l’azienda Cinese ha dichiarato nel corso del Q2 del 2021 dei numeri davvero interessanti, tra cui:

  • Aumento del 22% dell’utile trimestrale
  • Entrate aumentate del 46% a 31,9 miliardi di dollari
  • Crescita di 45 milioni rispetto al trimestre precedente di clienti attivi
  • Aumentato il suo programma di riacquisto di azioni da $ 5 miliardi a $ 15 miliardi

Nonostante questi numeri le azioni di Alibaba hanno visto un netto calo nell’ultimo periodo anche a causa delle mosse del governo cinese. Tra le altre cose, infatti, il governo cinese ha multato Alibaba per 2,8 miliardi di dollari ad aprile per quelle che ha definito pratiche monopolistiche.

Il governo cinese sta continuando su questa falsa riga imponendo multe o restrizioni ad altri giganti di Internet con sede in Cina per presunte pratiche anticoncorrenziali.

Questo ha causato grossa incertezza su tutto il settore.

In conclusione

Un modo per definire le migliori azioni in cui investire è vedere quello che hanno fatto i principali guru della finanza.

Dalle loro movimentazioni nel corso del Q2 del 2021 possiamo vedere che le TOP 5 sono:

  1. Alibaba Group Holdings
  2. Facebook Inc.
  3. Amazon.com Inc.
  4. Netflix Inc.
  5. Fiserv Inc

Al solito, questo no nvuole essere un invito o un suggerimento a investire in queste aziende: nessuno può sapere se queste siano effettivamente le migiori azioni del 2021.

Ora che abbiamo visto le migliori azioni in cui investono i guru, diamo uno sguardo ai migliori ETF azionari degli ultimi cinquea anni:

Quanto ti è piaciuto il post?

Francesco Barba

Ingegnere e sommelier, fiero sorrentino appassionato di finanza personale e ottime bottiglie. Scrivo di finanza personale e risparmio sul blog di cui sono co-founder guidaglinvestimenti.it

Lascia un commento