Tempo di lettura: 4 minuti
0
(0)

Staccare dal lavoro: l’importanza di Netflix e del non far niente

Leggendo il titolo “Netflix è la salvezza per staccare dal lavoro” scommetto che il vostro cervello ha sarcasticamente pensato “MADDAI, che novità!”.

Eppure questa apparente banalità ha un significato più profondo su cui mi sono ritrovata a riflettere, non a caso, guardando una serie su Netflix.

E che mi ha lasciato interdetta (in positivo) non poco.

Vi spiego.

Sappiamo come i social e le serie tv o i videogiochi siano un bellissimo ma deleterio passatempo per staccare dal lavoro, che ci fa però perdere invano ore ed ore della giornata.

Chi non ha mai visto una immagine come questa, soprattutto se frequentate LinkedIn:

Staccare dal lavoro

Il che è vero: smettere di andare sui social ci fa recuperare ore della nostra giornata che possimo dedicare alla palestra, a una passeggiata per negozi, a stare con i nostri figli o amici.

O ancor meglio: leggere, imparare, costruire qualcosa di utile per il nostro futuro, che sia imparare ad investire o migliorarci con la crescita personale.

Molte sere di “studiare” non ne abbiamo voglia, e per staccare la spina dal lavoro un film è proprio quello che ci vuole. Nella realtà, però, non stacchiamo completamente, ma mettiamo solo la nostra mente in standby prima di ricominciare il giorno dopo. E ci va bene così.

Quando però siamo presi da un progetto o un’attività che ci interessa, di Netflix e del resto ce ne scordiamo volentieri e ci buttiamo a capofitto.

Vi faccio un esempio pratico: scrivere questo blog come ” secondo lavoro” implica lavorare la sera, talvolta la notte, sicuramente nei weekend. Sebbene facciamo tutto questo volentieri e con una grande passione, rischiamo lo stesso di perdere il focus sull’alto livello, su cosa è importante davvero per lavorare meglio.

Che sia il lavoro ufficiale o un hobby, quando siamo totalmente sopraffatti dagli eventi smettiamo di puntare all’obiettivo di lungo termine e ci soffermiamo sulle scadenze imminenti, perdendo quella lungimiranza vincente.

Come lavorare meglio? Staccando dal lavoro

Essere focalizzati su un obiettivo è importante, ma non dobbiamo mai dimenticarci di distrarci e guardare fuori dal finestrino ogni tanto. Ci aiuta a distogliere lo sguardo, a staccare dal lavoro e costringe a mettere a fuoco di nuovo, a ricordarci del perché lo facciamo.

Fare una pausa di questo genere ci fa lavorare meglio per due motivi:

  • il primo: interrompe un flusso nel bene o nel male, e ci fa prendere fiato
  • il secondo: ci fa fermare a riflettere sul perché lo stiamo facendo

COME STACCARE IL PENSIERO DAL LAVORO

Ecco un metodo in due step da fare rigorosamente in quest’ordine:

  1. Non fare niente. Prendiamoci 5 minuti al giorno in cui ci stare (preferibilmente) fuori balcone o in giardino, senza cellulare ne’ PC, senza televisore o musica di sottofondo.
    Allontaniamo i pensieri ricorrenti del presente.
    Per 5 minuti pensiamo a noi, a quell’istante, e poi proiettiamoci nel futuro. Parliamoci onestamente e vediamo se la strada che stiamo perseguendo mentre giriamo come criceti in una ruota è quella che vogliamo e che abbiamo programmato. Oppure, se abbiamo invece perso la rotta.
  2. Guardare una serie nostalgia su Netflix (o Amazon Prime, o altri). Tutti noi abbiamo una serie nostalgia. Una serie di 10 anni fa o attuale, che tratta dei temi che ci colpivano (o colpiscono tuttora) allo stomaco. Una serie che parla di un sogno che avevamo, magari difficilmente realizzabile, o in cui i protagonisti facevano la vita che avremmo voluto.
    Nel mio caso, banale, qualsiasi cosa abbia a che fare con New York, il giornalismo, i begli abiti e i casini.
    Ecco: indentificata la vostra, guardatene o riguardatene un pezzo. Anche se è un genere che pensate non possa piacervi più, riguardatelo per quello che vi faceva sentire, sognare. Per come vi faceva stare. Vi farà staccare da lavoro, ma anche da qualsiasi altro pensiero negativo che abbiate.

Ricordiamoci di sognare per staccare dal lavoro

Riguardare una serie del cuore per staccare dal lavoro ha un triplice beneficio:

  1. Farci fare un salto nel passato e risvegliare sensazioni magari assopite
  2. Viverle in maniera nuova, perché il “noi” di oggi potrebbe essere molto diverso da quello di ieri
  3. Inserire un pensiero nuovo, o almeno che non c’era, nel nostro presente e favorire una visione differente di quello che stiamo facendo e che faremo.

Ricordare i nostri sogni e provare a portarli nella nostra realtà attuale può darci uno sprint nuovo per affrontare il presente e programmare diversamente il futuro alla luce della nostra condizione attuale.

Mi spiego: alcuni sogni che avevamo dovuto mettere in un cassetto anni fa, magari oggi sarebbero più facilmente realizzabili, anche se in veste diversa. Ci sarebbe piaciuto diventare una pittrice o un fotografo famoso?

Nulla vieta che oggi possiamo fare, magari con più leggerezza, un corso di acquerello o trovare occasioni per fare uscite fotografiche. E – cosa che mi sento di consigliare – cercare di portare queste passioni nel lavoro anche quando sembrino incompatibili.

In fondo, una foto bella per la cena di natale o un biglietto di auguri personalizzato per i membri del vostro team sarebbero un pensiero sicuramente gradito e coinvolgente. Chissà che non scateni delle reazioni positive che evolveranno nel tempo.

Staccare dal lavoro per rientrarci in una maniera più personale, più familiare: è questo quello che dovremmo augurarci e imparare a fare.

Credi di non riuscire a staccare dal lavoro? Allora dovresti leggere questo articolo sugli effetti della ruota del criceto: cambierai idea!

criceto nella ruota guidaglinvestimenti.it

Quanto ti è piaciuto il post?

Marta Cavaliere

Ingegnere fuori e inseguitrice di farfalle dentro, appassionata di crescita personale, fotografia e viaggi. Credo nell'importanza di conoscere la finanza personale per diventare responsabili del nostro futuro, e nel miglioramento continuo sia personale che professionale. Instancabile procrastinatrice, mi occupo delle sezioni Crescita e Risparmio del blog guidaglinvestimenti.it

Lascia un commento